close

La conferenza stampa di Gasperini in vista del match di domenica 7 ottobre contro la Sampdoria è fissata per le ore 13:30. Il tecnico dell’Atalanta parlerà dunque ai media dell’impegno della 8° giornata del campionato di Serie A (qui le probabili formazioni di questo turno). Ma non dilunghiamoci troppo ed andiamo a seguire la conferenza stampa Gasperini oggi.

Conferenza Stampa Gasperini Oggi

Quali saranno le scelte del tecnico orobico in vista della gara con la Sampdoria? Andiamo a scoprire le parole in conferenza stampa di Gasperini:

Sulla Sampdoria:
“L’avversario di turno è preparato, ha dei valori. Ma a noi servono i tre punti: il campionato è equilibrato e la classifica corta, fare risultato significa risalirla. Necessitiamo di più rabbia e più determinazione. E di non fissarci obiettivi. Una svolta contro questo tipo di compagine sarebbe significativa”.

Sui gol che non arrivano:
“Manchiamo un po’ di fase di realizzazione. In serie A è difficile costruirsi venti opportunità come contro il Copenaghen, ce ne sono molte meno. La prolificità in attacco è una questione da sistemare”.

Sulla formazione:
“Pasalic in mezzo e Freuler tra le linee? Dipende da come si sviluppa il gioco, dall’avversario. Sono intercambiabili, perché quel ruolo particolare non l’abbiamo ancora colmato bene. I candidati sono loro due, Rigoni e Ilicic quando rientrerà in forma. Di sicuro lì non posso metterci Masiello”.

Sull’atteggiamento:
“Di nostro possiamo metterci anche il peperoncino. L’ansia, la pressione di fare il risultato. A livello di rendimento contro Milan, Torino e Fiorentina come minimo ce la siamo giocata alla pari. Occorre fare il salto”.

Sulla partita di domani:
“Ripartiamo dal secondo tempo col Milan e dalla gara di Firenze, dove la prestazione è stata notevole contro una squadra forte e in forma. Con la Sampdoria è un’altra partita importante, perché abbiamo bisogno di uscire dalla serie negativa di risultati”.

Sul paragone con lo scorso anno:
“Difficile fare paragoni con i precedenti da sconfitta nella scorsa stagione, all’andata avevamo l’Europa League di mezzo e magari tenevamo bene un tempo per poi calare”.

Ancora sulla Sampdoria:
“Con la Samp c’è una conoscenza reciproca profonda. Noi sappiamo che quando sembra in difficoltà ha dei ritorni di fiamma pericolosi, perché ha valore e organizzazione. In trasferta non va bene come davanti al suo pubblico”.

Su Giampaolo:
“Giampaolo ha tra le mani una squadra consolidata che ha saputo aggiungere qualcosa. Il nucleo forte è lo stesso, anche se ha perso Torreira. Defrel si sposa bene in coppia con Quagliarella”.

Sulla tifoseria:
“I tifosi sentono sempre molto il momento e noi abbiamo bisogno di cambiare rotta. Il nostro è un ambiente invidiabile per compattezza e voglia di fare. Il tamtam estivo è stato eccessivo e assordante, con indicazione di obiettivi a tutti i costi, come se dovessimo dimostrare chissà cosa. Chi tifa Atalanta sa sostenere la squadra e sa comprenderla”.

Sul corteo per il Bocia:
“Non entro nel merito e non conosco dei precedenti. Sono qui da più di due anni e secondo me il comportamento della tifoseria in casa e fuori è sempre stato encomiabile. Sempre corretto. Bergamo in questo senso deve essere orgogliosa: non sono solo la squadra e la società ad aver fatto bella figura. Spero che qualcuno faccia un passo, se uno paga poi la pena deve anche finire. E’ stato così anche per Masiello”.

Termina qui la conferenza stampa di Gasperini.

Tags : Atalantaconferenza stampa Gasperiniconferenza stampa Gasperini oggi
Giacomo Gagliano

The author Giacomo Gagliano

Leave a Response