close

Bologna

BolognaSerie A

Bologna, la conferenza stampa di Inzaghi

conferenza stampa Inzaghi

La conferenza stampa di Inzaghi, in vista del match di sabato 6 ottobre contro il Cagliari, è fissata per le ore 13:00. Il tecnico del Bologna parlerà dunque ai media del prossimo impegno di campionato (qui le probabili formazioni della 8° giornata di Serie A), con la squadra felsinea che nell’ultimo turno ha battuto l’Udinese . Ma non dilunghiamoci troppo ed andiamo a seguire la conferenza stampa di Inzaghi oggi.

Conferenza stampa Inzaghi oggi

Quali saranno le scelte del tecnico in vista della gara contro i sardi? Andiamo a scoprire le parole in conferenza stampa di Inzaghi:

Sulla continuità:
“E’ quello che voglio dai miei ragazzi, dobbiamo dare seguito a quanto di buono già fatto. Una brutta prestazione sarebbe un passo indietro che non possiamo permetterci, indipendentemente dal risultato. Contro l’Udinese abbiamo dimostrato di avere carattere, ma una partita non basta. Potenzialità? Siamo lontani dal 100%, dobbiamo crescere tanto e io non mi accontento mai. Contro l’udinese siamo stati bravi a ribaltarla sotto di un gol e con una decisione arbitrale evidente contro”.

Sulla formazione:
“Non sono scaramantico, aver vinto due partite con gli stessi undici non mi condiziona. Ho più di un dubbio che mi porterò fino a domani, contro l’Udinese anche chi è entrato dalla panchina mi ha fatto vedere cose ottime. Orsolini? Può lavorare al fianco di Santander anche dall’inizio, ma sono davvero soddisfatto del lavoro sporco e importante che fa Falcinelli. E c’è anche Okwonkwo, che dalla panchina entra sempre bene. Ma in attacco devo ancora decidere chi sarà titolare”.

Sul centrocampo:
“Non c’è ancora abbondanza. Donsah verrà convocato ma non credo che verrà impiegato, può fare al massimo 5/10 minuti”.

Sulle statistiche:
“Non le guardo. Il Cagliari contro il Milan ha fatto un’ottima gara, è una squadra con ottimi giocatori come Barella e Srna. Noi dobbiamo mettere in campo le qualità migliori, poi sarà il campo a dire se abbiamo preparato nel modo giusto la partita”.

Sull’atteggiamento:
“I meriti sono dei giocatori, io li ho solamente convinti a credere di essere più forti di come venivano dipinti. Mi sono meravigliato a volte perché la sconfitta sembrava una cosa normale, l’autostima era bassa. Spero che queste due vittorie diano morale ai ragazzi”.

Su Pulgar:
“Erick è tranquillissimo, si allena molto bene, è un giocatore molto importante per noi. Anche Nagy sta facendo molto bene, devo ancora decidere chi partirà dall’inizio domani. La più bella risposta che possono darmi è fare quello che ha fatto Orsolini quando è entrato in campo domenica. Se stanno fuori non devono arrabbiarsi con me, altrimenti stanno fuori altre 5/6 partite”.

Sulla tattica:
“Un allenatore cerca sempre di fare giocare al meglio i suoi giocatori insieme. Nella sfortuna degli infortuni abbiamo scoperto dei giovani talenti davvero interessanti: nelle squadre c’è sempre qualcosa da scoprire di nuovo”.

Su Svanberg:
“La società ha investito molto su di lui, era un giocatore ambito dai top club mondiali. Lui è stato molto intelligente, le sue potenzialità in questo ambiente possono svilupparsi al meglio. Essendo un classe ’99 ho voluto aspettare un po’ a inserirlo, ma devo dire che ha una maturità non da poco e ha stupito un po’ tutti”.

Sulle mezze ali:
“Sono soddisfatto, stiamo riuscendo a portare costantemente cinque o sei uomini nell’area avversaria. Mattiello? Lo abbiamo voluto fortemente, alla Spal ha giocato oltre 30 partite, ha iniziato quest’anno un po’ timoroso e io ho cercato solamente di infondergli fiducia. Secondo me può crescere ancora tanto”.

Sul Cagliari:
“Ha giocatori di grande rilevanza, è una squadra difficile da affrontare, anche se in Serie A avversarie semplici non esistono. Sarà un bell’esame per noi, sono curioso di capire la squadra dopo due vittorie in casa. Sono convinto che faremo una grande partita. Non vinciamo in trasferta da quasi un anno, spero che domani sia la volta buona”.

Sui calci da fermo:
“Da domenica ho iniziato a vedere alcune cose molto interessanti, ma siamo ancora indietro. Dobbiamo lavorare molto su questo. Pulgar? E’ un ottimo tiratore ma c’è anche Dzemaili”.

Sugli infortunati:
“Palacio, Helander e Poli non ci saranno, rientreranno in gruppo martedì e spero saranno a disposizione per l’amichevole che giocheremo. Comunque dopo la sosta saranno di nuovo tutti convocabili”.

Su Santander:
“Non mi ha stupito, ero preoccupato solamente dal punto di vista fisico, sapevo che all’inizio sarebbe potuto andare incontro ad alcuni problemi di condizione. Ho dovuto gestirlo ma adesso è in crescita, sta diventando un leader tecnico perché oltre ai gol lotta su tutti i palloni e diventa un punto di riferimento per i compagni”.

Su Dijks:
“Ha caratteristiche differenti rispetto a Krejci. Il ceco in questo momento ha capacità migliori di gestione palla, mentre l’olandese ha grande fisicità e esplosività. Domenica mi è piaciuto molto come è entrato in campo, deve continuare così e ci potrà dare una grande mano. In quel ruolo il ballottaggio è aperto”.

Termina qui  la conferenza stampa di Inzaghi.

read more
BolognaGenoaSerie A

Genoa-Bologna 1-0: Piątek trascina il Grifone

41913847_2361145763896330_5953464557958594560_o

Si spengono i riflettori allo stadio Luigi Ferraris di Genova. Il Genoa porta a casa la vittoria grazie al pistolero polacco: Krzysztof Piątek.

LA PARTITA- Nel mentre che le squadre scendono in campo, Distinti e Gradinata Nord omaggiano i 125 anni del Grifone con coreografie e striscioni.  Nel primo tempo i rossoblu di Ballardini non brillano ma studiano tattiche e schemi. Si materializza qualche possibilità quando il Genoa spinge sull’acceleratore, ma i bolognesi chiudono bene gli spazi.  Al 33′ su corner di Romulo, Günter prova a metterla di testa, ma il pallone viene deviato sopra la traversa. Al 40′ è la volta di Hiljemark; purtroppo il suo sinistro viene intercettato dal portiere bolognese Skorupski. Piątek cerca la porta con un destro potente, ma ancora una volta il portiere del Bologna salva la squadra emiliana. Il primo tempo finisce a reti inviolate.

Nel secondo tempo Ballardini opta per dei cambi: Hiljemark viene sostituito da Lazović  (53′) e Pandev da Kouamé (60′).  I liguri accentuano così la pressione e prendono il sopravvento sui bolognesi. Al 68′, servito da Criscito, Piątek fà partire un destro a giro proprio sotto la Nord. E’ il gol del’1 a 0.

Anche se sotto di un gol, il Bologna continua a lottare fino alla fine, ma è sfortunato: Svanberg e Orsolini cercano il gol ma il pallone non entra. Günter ci prova sotto punizione di Biraschi, ma viene anticipato sotto porta da Pulgar (86′). Lazović tenta di mettere a segno il gol del 2 a 0 ma il tiro lambisce il palo (88′).

Arriva il triplice fischio dal signor Banti: il Genoa porta a casa la sua seconda vittoria casalinga e conquista punti preziosi per la classifica, mentre il Bologna di Inzaghi non riesce a uscire dal periodo di crisi.

Ammoniti: per il Bologna Destro (2′); Dijks (38′); Džemaili (52′); Per il Genoa Bessa (65′); Marchetti (90+5′)

Espulsioni: per il Bologna Pulgar (90+5′)

read more
BolognaGenoaSerie A

Genoa: circa 20mila al Ferraris per il match col Bologna

40242572_2335076966503210_6004605571070689280_o

GENOA- Per la partita di domenica pomeriggio contro il Bologna, allo stadio Luigi Ferraris di Genova è prevista un’affluenza di circa 20 mila spettatori. Anche il settore ospiti non passerà inosservato, con una discreta rappresentanza di tifosi emiliani.

BIGLIETTI– Le biglietterie dello stadio in via Monnet (fronte Tribuna) apriranno dalle ore 10 di domani. I tagliandi saranno acquistabili anche dai supporters del Bologna, ad esclusione del settore a loro dedicato.

I prezzi base (* tariffa ridotta 8-16 anni): Tribuna Inferiore Centrale Numerata 100 euro (*50); Distinti 40 euro (*20); Gradinata, Settore 5 25 euro (*15); Costo simbolico di 1 euro, in tutti i settori, per gli Under 8. Durante il match, sarà presente in Tribuna uno stretto collaboratore del ct azzurro Mancini, oltre a emissari di club italiani, francesi e inglesi.

ABBONAMENTI- Domenica alle 15 finirà anche la Campagna Abbonamenti per la stagione in corso. Al Ticket Office del Porto Antico gli sportelli sono aperti in orario continuato 10-19. La quota di 18 mila abbonamenti sottoscritti è sempre più vicina, ma non è un traguardo scontato. Ricordiamo che occorre presentare il modulo, compilato e firmato, per la nuova legge sulla privacy, scaricabile sul sito ufficiale del Genoa Cfc o richiedibile al Ticket Office. Per chi non fosse ancora in possesso della tessera DNA Genoa, anch’essa può essere fatta nelle biglietterie del Porto Antico. Non sarà invece possibile acquistare l’abbonamento alle biglietterie dello stadio prima del match con il Bologna.

read more
BolognaGenoaSerie A

Genoa-Bologna: tutto pronto per il match al Ferraris

28235656_2092954994048743_8337017133464868561_o

GENOA- Ultime rifiniture in vista della partita di domenica contro il Bologna di Filippo Inzaghi. Ieri mattina i ragazzi di mister Ballardini si sono allenati al Signorini di Pegli per un ultimo step. Alle ore 11:36 però, la seduta è stata interrotta e i capi si sono chinati: un minuto di raccoglimento per le vittime di Ponte Morandi, a un mese esatto dal tragico crollo.

Ballardini dovrà affrontare gli emiliani senza Favilli e Lisandro Lopez, infortunati. Ma, dopo la sosta rientrano Sandro, Spolli e Romulo. Alcuni ballottaggi fanno riflettere il tecnico rossoblu: in difesa si contendono il ruolo Biraschi-Gunter, a centrocampo Lazovic-Pereira e Bessa-Kouamè. Il centrocampista ex Verona potrebbe avere un’occasione per giocare dal primo minuto al fianco di Pandev, dietro all’unica punta: Piątek.

Contro il Bologna, nelle ultime 9 gare di serie A, i Grifoni hanno portato a casa una sola vittoria. Tra i due tecnici, Ballardini e Inzaghi, è il primo introcio in assoluto. Non ci sarà l’ex rossoblu Palacio, che a causa di un infortunio assisterà alla partita dalla Tribuna.

Entrambe le squadre sono affamate di gol: i felsinei non sono riusciti ancora a segnare in questo campionato, e sperano di sbloccarsi proprio a Marassi. I liguri invece, vogliono riscattarsi dopo la pesante sconfitta al Mapei contro il Sassuolo.

Fischio d’inizio domenica 16 settembre alle 15:00. Ricordiamo che nel pre partita al Ferraris, sarà trasmessa “125 Grifone la storia la fai te”: canzone dei Sunset Boys in omaggio allo storico compleanno del Genoa.

read more
BolognaInterNewsPrimo PianoProbabili FormazioniSerie A

Bologna-Inter, le probabili formazioni

bologna-inter-streaming-su-link-siti-web-rojadirecta-per-vedere-gratis-diretta-live

Destro si candida per una maglia da titolare. Nainggolan recupera. Spalletti torna alla difesa a 4

BOLOGNA- Pippo Inzaghi è già ad un bivio dopo 3 giornate di campionato. La sua squadra è uscita malconcia dalla sfida con il Frosinone, e contro l’Inter dovrà fare a meno di alcuni titolari, tra cui l’ex Palacio, fermo ai box. Possibile quindi il ritorno di Mattia Destro nel tandem d’attacco felsineo, affiancato da Falcinelli.

INTER- Spalletti ha racimolato solo un punto in 180′ contro Sassuolo e Torino, ma arrivano buone notizie per il tecnico di Certaldo. Nainggolan ha pienamente recuperato. Possibile cambio di modulo per i nerazzurri, con passaggio a 4 in difesa. Ritornano Vrsaljko e DAlbert sugli esterni. Sulla trequarti il ninja verrà affiancato da Perisic e Politano. In attacco pronto a riscattarsi il capitano Icardi.

BOLOGNA (3-5-2): Skorupski; Gonzalez, Danilo, Helander; Mattiello, Poli, Pulgar, Dzemaili, Dijks; Destro, Falcinelli.

INTER (4-2-3-1): Handanovic; Vrsaljko, De Vrij, Skriniar, Dalbert; Vecino, Brozovic; Politano, Nainggolan, Perisic; Icardi.

read more
AtalantaBeneventoBolognaCalciomercatoNewsSerie A

Atalanta, si complica la pista per Di Francesco. Continuano i contatti per Brignola

BOLOGNA  VERONA

Il Bologna entro questa settimana dovrà risolvere le vicende di mercato legate a Di Francesco. La nuova stagione targata Inzaghi a breve incomincerà con il ritiro in preparazione del campionato, chiedendo garanzie alla società felsinea. Per l’attaccante continua il pressing dell’Atalanta alla ricerca di un vice Ilicic, ma l’intrusione del Torino e del Siviglia sta rendendo la trattativa sempre più complicata. Il club emiliano chiede sempre 10 milioni, ma non è da escludere che si possa arrivare ad una conclusione con la società nerazzurra, accettando la contropartita Mattiello + 7 milioni cash. Ci si muove soprattutto alla ricerca del vice Gomez. Continuano i contatti con il Benevento per Enrico Brignola, ma c’è distanza economica tra i due club. La società campana chiede sempre 10 milioni, ma gli orobici non vogliono offrire più di 7.

read more
AtalantaBolognaNewsPrimo PianoSerie A

Atalanta. De Roon:” Ho la testa dura. Vittoria per Ilicic e Davide. Vogliamo fare grande stagione”

ff940f340a8df5828615c31e7d1f9435-k2cH-U43450736173651MJI-1224×916@Corriere-Web-Bergamo-593×443

Marten De Roon, centrocampista dell’Atalanta match winner nella trasferta di Bologna, ha analizzato la gara ai microfoni di Sky Sport: “Siamo contenti per la vittoria, è stata una partita difficile. La mia testa è dura, ma mi sento bene. Il dottore all’intervallo ha fatto un ottimo lavoro, mi dispiace per Dzemaili, ma questo è il calcio. Sono felice anche per Ilicic, dopo questa settimana difficile per la vicenda del suo amico Astori ha fatto un assist, questa vittoria è per Davide. Eravamo a sei punti da Sampdoria e Milan, noi ci crediamo, vogliamo fare una grande stagione. Quest’anno è stato perfetto, vogliamo ripeterlo“.

read more
AtalantaBolognaLiveNewsPrimo PianoSerie AUltim'Ora

Bologna-Atalanta, Gasperini:” Morte Astori lascia qualcosa di importante. Le prossime trasferte non decisive. No prima punta? non abbiamo vere prime punte”

189501

Gian Piero Gasperini, tecnico dell’Atalanta, in conferenza stampa parla della partita che attende i nerazzurri contro il Bologna al Dall’Ara e fa una stima degli indisponibili. Il primo pensiero però è ancora per il calciatore bergamasco Davide Astori, tumulato ieri proprio a San Pellegrino:

ASTORI- “La morte improvvisa di Astori è l’aspetto che ha colpito di più ma ha lasciato qualcosa di importante. Ha fatto riflettere tutti creando un’emozione incredibile. Per Ilicic in particolare la morte di Astori è stata un colpo, anche perché lui l’ha saputo subito, prima che uscisse la notizia”.

BOLOGNA- “Il Bologna non ha trovato la continuità per restare abbastanza in alto in classifica, ma ha valori importanti. Tredici gare sono tante, abbiamo l’anomalia delle tre trasferte di fila ma quelle a breve non sono ancora decisive. Le vittorie ti portano in alto, ma ogni partita non è o la va o la spacca, c’è equilibrio e si incontrano difficoltà“.

PAPU- Gomez si è allenato, quest’anno ha avuto delle vicissitudini e non ha potuto avere la stessa continuità in termini di assist, gol e occasioni create”.

CALDARA- “Spero che Caldara sia recuperabile già per mercoledì, anche Bastoni è out per domenica. Dietro è più probabile l’impiego di Palomino“.

TRIDENTE- “Non capisco la questione dell’attacco senza prime punte, perché nemmeno Petagna e Cornelius sono centravanti classici. Si esprimono meglio fuori dall’area di rigore, anche se hanno caratteristiche per entrarci. Abbiamo cinque attaccanti intercambiabili e a parte Barrow hanno giocato tutti da titolare. Cornelius un po’ meno, ma ha avuto le sue occasioni“.

read more
AtalantaBolognaNewsPrimo PianoProbabili FormazioniSerie A

Bologna-Atalanta, le probabili formazioni

Bologna-Vs-Atalanta

Dopo una settimana di dolore e riflessione per la scomparsa di Davide Astori, la serie A riprende il suo cammino. Torna in campo anche l’Atalanta dopo ben due settimane di riposo per via dei rinvii con Juventus e Sampdoria. Ad attendere la squadra di Gasperini ci sarà il Bologna del sempre amato ex Donadoni, alla ricerca di punti importanti, dopo la pesante sconfitta di Ferrara. La Dea, ripresa completamente dalla duplice eliminazione in EL e Coppa Italia, vuole incominciare a ingranare in campionato, per poter bissare la qualificazione in Europa League anche la prossima stagione. Donadoni potrebbe abbandonare la difesa a tre dopo i pessimi risultati della scorsa settimana. con romagnoli acciaccato e Gonzalez squalificato, la difesa è presto fatta, con De Maio ed Helander che subentrano in difesa. Ballottaggio in mediana tra Nagy e Donsah, con il ghanese favorito. In attacco Verdi e Di Francesco supporteranno il confermato Mattia Destro. Non ci dovrebbero grossi problemi di formazione per Gasperini che dovrebbe schierare il classico 11 titolare. Petagna recupera e si gioca con Cornelius il posto in attacco, ma con ogni probabilità il tecnico atalantino confermerà Cristante alle spalle di Gomez ed Ilicic.

BOLOGNA (4-3-3): Mirante; Mbaye, De Maio, Helander, Masina; Donsah, Pulgar, Dzemaili; Verdi, Destro, Di Francesco.   all. Donadoni

ATALANTA (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Hateboer, De Roon, Freuler, Spinazzola; Cristante; Ilicic, Gomez.   all. Gasperini

read more
1 2 3 4
Page 1 of 4