close

Fiorentina

Fiorentina

Fiorentina, la conferenza stampa di Pioli

conferenza stampa Pioli

La conferenza stampa di Pioli in vista del match contro la Lazio è fissata per le ore 14:00. Il tecnico della Fiorentina parlerà ai media del match di domenica 7 ottobre e valido per l’8° giornata di campionato (qui le probabili formazioni questo turno di Serie A). Per l’allenatore viola si tratterà di un ritorno da ex allo stadio Olimpico. Ma non dilunghiamoci troppo e andiamo a seguire la conferenza stampa di Pioli oggi.

Conferenza stampa Pioli oggi

Quali saranno le scelte del mister della Fiorentina in vista del match contro la Lazio? Andiamole a scoprire le parole di Pioli in conferenza stampa:

Sulla Lazio:
“La Lazio è una squadra forte. Troveremo un avversario cattivo e molto determinato dopo gli ultimi risultati”.

Sulle prime trasferte di questa stagione:
“Le prestazioni in trasferta sono stati importanti contro squadre forti. Dobbiamo imparare a restare sul pezzo 95 minuti, questo deve essere uno dei nostri obiettivi principali. Ogni pallone è quello determinante, non dobbiamo mai mollare”.

Sulle polemiche Gasperini-Allegri:
“A me piace parlare della mia squadra. Su Gasperini ho già risposto, non mi interessa commentare ciò che dicono i nostri avversari. Noi siamo una squadra giovane che vuole regalarsi qualche soddisfazione”.

Sul modulo di domani:
“Andiamo avanti col nostro modo di stare in campo, che prevede delle posizioni un po’ diverse nelle due fasi. La nostra filosofia è quella di creare gioco e stare bene in campo. Contro la Lazio dovremo stare attenti e difendere bene”.

Su una possibile vittoria a Roma:
“Non mettiamo il carro davanti ai buoi. Dobbiamo giocare la partita, facendolo al massimo delle nostre potenzialità. Domani sera dirò cosa siamo riusciti a fare e quello che sarà il nostro cammino. Le nostre ambizioni sono giocare bene a calcio ed essere sempre una squadra pericolosa, migliorando il campionato dello scorso anno. La gara con la Lazio arriva prima della sosta ed è quindi delicata e importante”.

Su Badelj:
“Gli ho voluto molto bene. È stato un punto di riferimento per me e per la squadra prima e dopo la tragedia. Mi fa piacere ritrovarlo, credo di avergli dato qualcosa, ma anche lui ha dato qualcosa a me. Confermo di aver provato a trattenerlo, mi sarebbe piaciuto se avesse fatto altre scelte”.

Su Milinkovic-Savic:
“Parliamo di un ottimo giocatore, ma la Lazio non è solo lui. Dobbiamo stare attenti, ma sono sicuro che possiamo contrastarlo bene in quella zona del campo”.

Su quale Lazio si aspetta:
“Mi aspetto un avversario molto determinato. So quanto può pesare perdere un derby a Roma ed è arrivata anche la sconfitta in Europa, per questo troveremo una squadra cattiva dal punto di vista agonistica. Dovremo giocare al loro livello da questo punto di vista per avere le nostre possibilità”.

Su Gerson o Edimilson:
“Abbiamo un centrocampo ben assortito, con tutte le caratteristiche giuste. Vedremo chi giocherà”.

Sulla sua Lazio:
“C’erano giocatori di grande esperienza, facemmo un’annata ricca di soddisfazione quando arrivammo in Champions. La Fiorentina ha tutto per fare bene, dobbiamo fare un percorso scalino dopo scalino per poi arrivare un giorno a quei livelli”.

Sul rapporto con Inzaghi:
“Tra noi c’è un buonissimo rapporto. Simone è un ragazzo molto intelligente, si sta dimostrando un buon allenatore”.

Su Mirallas:
“Non sarà convocato perché mercoledì ha avuto un trauma distorsivo alla caviglia che non gli ha permesso di allenarsi”.

Su Pjaca:
“Si sta allenando bene”.

Termina qui la conferenza stampa di Pioli.

 

read more
Fiorentina

Fiorentina, Pezzella non ci sta: “Meritiamo più rispetto”

Pezzella

Dopo il KO contro l’Inter a San Siro, German Pezzella, capitano della Fiorentina, ha voluto commentare l’andamento della gara e l’arbitraggio: “Abbiamo fatto una grande prestazione, eravamo vicini a portare a casa il risultato. L’Inter ha calciato solo una volta in porta nel secondo tempo. Questa è la strada giusta perché ho visto una bella prestazione da parte della squadra. Siamo rientrati male nello spogliatoio dopo quell’episodio. Ma poi siamo ripartiti bene, abbiamo pareggiato, e siamo rimasti sempre in mezzo alla partita. Arbitro? Si parla tanto del fatto che siamo una squadra giovane ma meritiamo più rispetto. È difficile fare l’arbitro perché dentro al campo hai tanta adrenalina ma durante la partita devi arbitrare in maniera equivalente”.

A match chiuso, ma anche in diretta, sono sembrati evidenti gli errori del sig. Mazzoleni che prima “grazia” Asamoah per un fallo su Chiesa, che aveva già scaricato il pallone, ed il cartellino giallo per il terzino nerazzurro sarebbe stato il secondo, e poi, poco dopo, non ravvede un clamoroso fallo di Politano, sempre sul figlio di Enrico, dentro l’area di rigore. Il non fischio in questo caso porta poi allo sviluppo del goal di D’Ambrosio che risulterà decisivo ai fini del risultato finale.

read more
FiorentinaNapoliSerie A

Napoli – Fiorentina, le formazioni ufficiali

san paolo3

Tutto pronto per Napoli – Fiorentina, alle 18:00 le squadre scenderanno in campo, queste le formazioni ufficiali.

NAPOLI (4-3-3): Karnezis; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Hamsik, Zielinski; Callejon, Mertens, Insigne.
A disp. : D’Andrea, Ospina, Malcuit, Ruiz, Verdi, Ounas, Luperto, Rog, Albiol, Diawara, Milik.
Allenatore: Carlo Ancelotti

FIORENTINA (4-3-3): Dragowski, Milenkovic, Hugo, Pezzella, Biraghi; Gerson, Veretout, Benassi; Chiesa, Simeone, Eysseric. 

A disp. : Ghidotti, Laurini, Ceccherini, Norgaard, Pjaca, Mirallas, Dabo, Hancko, Sottil, Edimilson, Diks, Thereau.

read more
Fiorentina

Fiorentina, c’è l’ok della Lega per la fascia di Astori

fascia Astori

Accogliendo le istanze della ACF Fiorentina, di un’intera tifoseria, e di buona parte del mondo del calcio italiano, la Lega Calcio, su preciso input del presidente Miccichè, ha autorizzato il capitano della squadra viola ad indossare una fascia commemorativa di Davide Astori, in deroga alle nuove disposizioni che impongono fasce uguali per tutti. Appare una decisione sensata in un momento nel quale il distacco fra un calcio ormai molto distante dalla gente rischia di diventare molto grande, anche a causa di calendari improbabili, diritti TV difficili da comprendere, e in generale una tendenza ad allontanare i tifosi dai propri idoli. La notizia è stata accolta con soddisfazione dai tifosi viola, che erano rimasti molto infastiditi dal possibile rifiuto della Lega, oltre tutto la situazione era stata appesantita dalle dichiarazioni di Marotta, non esattamente un amico per i fiorentini, contrario alla deroga.

read more
FiorentinaSenza categoriaSerie A

FIORENTINA seconda vittoria consecutiva

Soccer: Serie A; Fiorentina-Udinese

Seconda partita interna consecutiva per la Fiorentina e seconda vittoria, stavolta molto più sofferta rispetto al 6 a 1 contro il Chievo. Pioli conferma gli undici della settimana scorsa mentre Velazquez deve rinunciare a Mandragora squalificato e presenta una squadra prudente col solo Lasagna in attacco appoggiato da DePaul con Behrami e Fofana a copertura della difesa guidata ancora in porta dal giovane Scuffet. Primo tempo equilibrato e praticamente senza emozioni per i circa 28000 presenti. Nel secondo la Fiorentina si presenta con Dragowski al posto di Lafont che dovrebbe aver riportato un problema alla caviglia, Esordio stagionale per il portiere polacco. altro giovane del gruppo di Pioli. La Fiorentina cresce e sposta in avanti il baricentro e poi entra Pjaca al posto di Esseryc e crea qualche buona iniziativa ma il gol arriva solo al 74′ su un contropiede a seguito di un corner a favore dell’Udinese. Chiesa fa 50 metri palla al piede e poi scodella un assist perfetto per il sempre pronto Benassi che da posizione defilata da destra infila sotto la traversa Scuffet. Tutta la squadra va a festeggiare praticamente in mezzo ai tifosi del parterre. Velazquez schiera tutti gli attaccanti a disposizione per l’assalto finale ma la Fiorentina riesce a portare a casa la vittoria. Tra i viola molto bene Benassi. tre gol in due partite, sempre pericoloso Chiesa, generosissimo Simeone. Leggermente in calo Gerson e Biraghi. Samir migliore in casa friulana.

read more
Fiorentina

Firenze divisa alla vigilia della “prima”

AS Roma – Fiorentina

Nel solco della più classica delle tradizionali tendenze dei fiorentini è ormai diventata una vera e propria spaccatura in due partiti quella che fino a pochi anni fa era una compatta armata di tifosi a sostegno della famiglia Della Valle. Lontanissimi i tempi di Calciopoli quando centinaia di persone bloccarono il traffico ferroviario per sostenere Diego Della Valle; ormai una parte rilevante della tifoseria (in particolare la CurvaFiesole e i tifosi più giovani) prende anche rumorosamente le distanze da una società considerata una impresa senza nessuna anima e ambizione, gestita solo per produrre utili. In compenso c’è uno zoccolo duro abbastanza consistente che fa riferimento soprattutto ai tifosi over 40 che tuttora stimano e sono affezionati alla famiglia DV. Durante le partite è capitato che questa parte della tifoseria abbia contestato i contestatori. Sui social networks si sono creati gruppi che si contrappongono anche con toni pesantissimi. Anche chi fa comunicazione è intrappolato e di fatto ogni giornalista è identificato come pro o contro, creando due vere e proprie squadre presunte nemiche. D’altronde Guelfi e Ghibellini sono sempre esistiti a Firenze, è una esigenza fisiologica. Come spesso accade un evento tragico aveva ricomposto l’unità dei tifosi, la perdita di Astori era stata uno choc così forte da rimettere tutti dalla stessa parte. Ma al momento l’effetto è esaurito e le polemiche pro o contro Diego DV , Corvino (in ribasso) e dintorni sono al massimo dell’intensità. Ma domani ricominciano a giocare le maglie viola, tra l’altro pare con gli storici pantaloncini neri, e tutti hanno promesso sostegno massimo ai ragazzi di Pioli, ma qualche contestazione è nell’aria. Circa 19000 abbonamenti, 1500 più della scorsa stagione, anche se il dato definitivo arriverà più avanti.

read more
Fiorentina

Fiorentina all’esordio nel campionato 2018/19

fichi

A seguito del rinvio di Sampdoria Fiorentina per rispetto alle vittime del crollo del viadotto Morandi, la Fiorentina esordirà solo domani sera nella partita contro il Chievo inserita nella seconda giornata della stagione. Nei sette giorni di attesa supplementari non sono emerse nuove indicazioni sulle scelte tecniche rispetto alla vigilia di Samp Fiorentina. In porta esordirà il giovane francese Alban Lafont, reduce da un precampionato positivo, per quanto questo possa valere per un portiere, sulla cui continuità bisognerà fare altre verifiche. I quattro dietro, nel 4 3 3 di Pioli, saranno da destra Milenkovic, di nuovo obbligato a fare l’esterno nonostante le sue migliori prestazioni le garantisca da centrale. Al centro Pezzella e Vitor Hugo, probabilmente un po’ lenti, a sinistra Biraghi, unico esterno sinistro effettivamente impiegabile per Pioli.
I tre centrocampisti saranno Gerson e Benassi ai fianchi di Noorgard, anche se per il ruolo di perno centrale, nel ruolo che era di Badelj, è pronto anche Dabo, una scelta più muscolare che di talento. Quello del perno centrale è tuttora uno dei nodi da sciogliere, perchè anche lo squalificato Veretout non sembra adatto a coprirlo. Il mercato ha portato due scommesse come Noorgard e Edimilson Fernandes, uno dei due dovrebbe essere in prospettiva l’erede di Badelj. La linea offensiva, con Pjaca e Mirallas non ancora pronti, vedrà i due sicuri titolari Chiesa e Simeone, aiutati per il momento da Esseryc, che sembrava in partenza. Ottime cose ha mostrato il giovane spagnolo Montiel, ma viene ritenuto un po’ acerbo per partire titolare a fianco di Chiesa e del Cholito.
Sono previsti da 20 a 25000 spettatori, in un ambiente dei tifosi spaccato tra chi sostiene Diego Della Valle, sempre in molti, e chi non lo gradisce più, numero in crescita soprattutto tra le fila dei gruppi della Curva Fiesole, che hanno però garantito totale supporto alla squadra, ma probabilmente anche cori contro la proprietà come già accaduto nella amichevole di Arezzo.
Le ultime indiscrezioni sembrano confermare la presenza di Andrea Della Valle al Franchi, forse un segnale di rinnovata vicinanza a squadra e tifosi, ma tradizionalmente fino all’ultimo minuto non ci saranno conferme.

read more
CalciomercatoFiorentinaJuventusNewsPrimo PianoSerie A

Ufficiale: Pjaca alla Fiorentina, i dettagli

pjaca

L’attaccante croato classe 1995 Marko Pjaca firma con la Fiorentina. Questi i dettagli descritti nel comunicato ufficiale della società bianconera.

“Juventus Football Club S.p.A. comunica di aver perfezionato l’accordo con la società ACF Fiorentina S.p.A per la cessione a titolo temporaneo, fino al 30 giugno 2019, del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Marko Pjaca per un corrispettivo di € 2 milioni pagabili interamente nell’esercizio 2018/2019. 
Il contratto prevede, inoltre, la facoltà per l’ACF Fiorentina S.p.A. di esercitare, al termine della stagione sportiva 2018/2019, il diritto di opzione per l’acquisizione a titolo definitivo del medesimo calciatore a fronte di un corrispettivo di € 20 milioni, pagabili in tre esercizi.”

I bianconeri comunque mantengono il diritto di recompra, per riportare il croato a Torino, fissato a 26 milioni.

read more
AtalantaFiorentinaMilanNewsPrimo PianoSerie A

EL, Atalanta e Fiorentina aspettano il TAS. Il Milan spera

tas

Giovedì a Losanna il Tribunale Sportivo deciderà le sorti del Milan in EL. Filtra ottimismo a Milanello

Ormai siamo agli sgoccioli. Tra 48 ore il destino sportivo di Milan, Atalanta e Fiorentina verrà svelato. Giovedì il Tribunale Arbitrale dello Sport comunicherà la sua decisione in merito al ricorso fatto dalla società rossonera dopo la decisione dell’Uefa di escluderli per un anno dalle coppe. La sentenza del TAS finalmente permetterà ad Atalanta e Fiorentina di scoprire la data di inizio della loro stagione.

L’Atalanta dal 4 luglio ha iniziato il suo consueto ritiro a Rovetta, dando per scontata la propria partecipazione ai preliminari di EL. Al contrario, la Fiorentina ha voluto anticipare la data del ritiro e dal 1 luglio si è trasferita a Moena, dove si attende con trepidazione la sentenza del 19 luglio.

In casa Milan il cambio di proprietà ha portato un’aria di ottimismo. Nella sua memoria difensiva, il pool di avvocati che accompagnerà la dirigenza rossonera a Losanna cercherà di fare leva sulla trasparenza del fondo americano che ha azzerato tutti debiti e garantito una continuità aziendale.

Nel caso il TAS confermasse la sentenza della Uefa, l’Atalanta prenderebbe il posto dei rossoneri ai gironi e sarebbe la Fiorentina a disputare i preliminari. In caso di modifica, Milan e Atalanta disputerebbero come da regolamento l’EL, rispettivamente fase a gironi e preliminari.

read more
AtalantaFiorentinaNewsSerie A

Mercato Atalanta, è fatta per Mario Pasalic

mario-pasalic

L’Atalanta ha trovato l’erede di Cristante. Dopo settimane di contatti e screzi societari, alla fine la società nerazzurra ha convinto Mario Pasalic. Il centrocampista croato era ad un passo con la Fiorentina, visto l’accordo di massima trovato con il giocatore, ma si è dovuta arrendere di fronte al muro alzato dal Chelsea, ancora stizzito dalla vecchia questione “Salah”. Fondamentale per questo cambio di rotta è stato l’ottimo rapporto instauratosi tra Luca Percassi e Marina Granovskaia, il braccio destro del presidente Abramovich. L’arrivo dell’ex Spartak Mosca è previsto per giovedì. La formula è quella del previsto con diritto di riscatto.

read more
1 2 3
Page 1 of 3