close

Frosinone

FrosinoneSerie A

Frosinone, la conferenza stampa di Longo

conferenza stampa Longo

La conferenza stampa di Longo in vista del match di domenica 30 settembre contro il Genoa è fissata per le ore 14:30. Il tecnico del Frosinone parlerà dunque ai media dell’impegno che attende i suoi nella 7° giornata del campionato di Serie A (qui tutte le probabili formazioni di questo turno). Ma non dilunghiamoci troppo ed andiamo a seguire la conferenza stampa Longo oggi.

Conferenza stampa Longo oggi

Quali saranno le scelte del tecnico del Frosinone in vista della gara contro i rossoblù? Andiamo a scoprire le parole in conferenza stampa di Longo:

Sulla squadra:
“Nelle difficoltà una squadra si compatta e questo Frosinone deve diventare squadra. Questa è la prerogativa di qualsiasi gruppo che svolge uno sport di squadra. A Roma ho difeso la squadra perché so che durante la settimana si impegnano. Questo non vuol dire atteggiamento giusto perché per me l’atteggiamento è altro e la squadra lo sa. Quando perdi 4-0 e prendi solo un giallo per proteste qualcosa manca. Una squadra che deve salvarsi non può ottenere risultati con quell’atteggiamento”.

Sugli infortunati:
“Gori ta decisamente meglio anche se deve superare ancora una visita che sarà quella che gli consentirà anche di avere dei contrasti. Conoscendo il ragazzo ci metterà del suo per rientrare il prima possibile. Perica e Campbell li valutiamo oggi, Ciofani ha un problema solo di condizione, dopo la sosta credo che potrà giocare dal primo minuto mentre Ardaiz e Maiello sono indisponibili”.

Sul rischio esonero:
“E’ indubbio che quando i risultati non arrivano, un tecnico è a rischio. Io sinceramente, penso solo alla sfida di domani. Penso solo ai 95 minuti contro il Genoa. Voglio dare tutto per questa causa, così come il resto dei ragazzi. Le uniche nostre medicine si chiamano vittoria ed entusiasmo”.

Sulla lettera di Stirpe:
“Parto da un presupposto, quando parla il presidente è in diritto e in dovere di farlo. Senza di lui nessuno di oggi sarebbe al proprio posto. Se oggi il Frosinone è diventata un piccola grande realtà del calcio italiano è solo merito suo. Prendo atto delle sue dichiarazioni e accetto la critica, dal canto mio credo di non essere integralista o poco flessibile e la mia carriera lo dimostra. Un integralista lo è sempre e io ho cambiato spesso nel corso della mia carriera, anche l’anno scorso abbiamo cambiato molto. Questa squadra è stata costruita per giocare 3-5-2 e se non si hanno calciatori molto duttili difficilmente è un modulo che si può cambiare. Per cambiare bisogna avere dei calciatori pronti a farlo. Per giocare eventualmente con il trequartista ci vorrebbe un trequartista da serie A poiché Ciano lo ha fatto in B ma è un calcio diverso. Non credo che se avessimo utilizzato un modulo diverso avremmo ottenuto più punti in queste gare. Quando non vengono i risultati le parole di un allenatore diventano fumo perché un tecnico può difendersi solo fai risultati. Capisco però che quello che dico acquisisce valore solo se otteniamo risultati”.

Termina qui la conferenza stampa di Longo.

read more
Frosinone

Frosinone, Longo al capolinea: decisiva la sfida col Genoa

Ore calde per Moreno Longo. L’attuale tecnico del Frosinone, dopo il brutto KO di ieri sera contro la Roma (4-0 il finale all’Olimpico per i giallorossi, ndr), è attualmente a rischio esonero. I dati, d’altronde, non sono dalla sua visto che i ciociari non hanno ancora segnato una rete in questa Serie A, subendone però 16 e collezionando appena 1 punto. Al momento l’unica squadra dietro in classifica è il Chievo Verona che però ha subito una penalità. Secondo quanto riportato da Ciociaria Oggi sarà decisiva per il suo futuro la prossima sfida contro il Genoa.

read more