close

Genoa

Genoa

Genoa, la conferenza stampa di Ballardini

conferenza stampa Ballardini

La conferenza stampa di Ballardini in vista del match di domenica 7 ottobre contro il Parma è fissata per le ore 12:30. Il tecnico del Genoa parlerà dunque ai media dell’impegno della 8° giornata (qui tutte le probabili formazioni di questo turno della Serie A). I rossoblù sono chiamati a dare continuità ai risultati dopo la vittoria contro il Frosinone. Ma non dilunghiamoci troppo ed andiamo a seguire la conferenza stampa di Ballardini oggi.

Conferenza stampa Ballardini oggi

Quali saranno le scelte del tecnico rossoblù in vista della gara contro il Parma? Andiamo a scoprire le parole in conferenza stampa di Ballardini:

Le tante assenze del Parma.
“In queste situazioni secondo me si trova ancora più forza. Il Parma è una squadra che da un po’ di anni è abituata a convivere con difficoltà gravi e hanno dimostrato ogni anno di saperle superare alla grande. Si compatteranno, saranno attenti ancora di più e vorranno dimostrare di essere competitivi”.

Biraschi come sta?
“Dovrebbe essere convocato”.

Quale aspetto teme più del Parma?
“Sono una squadra che magari non saranno bellissimi da vedere ma sono straordinariamente efficaci, attenti e umili. Fanno delle partite dove magari soffrono molto, gli altri sono più belli da vedere o bravi ma alla fine il Parma riesce sempre ad ottenere quello che vuole. Hanno mestiere e semplicità nel gioco. Sono sempre squadra perchè tutti si danno da fare proprio perchè sanno che quella è loro forza”.

Come sta Sandro dopo aver giocato dal primo minuto per la prima volta?
“Si allena sempre di più con i compagni. Certamente ha bisogno di fare allenamenti differenziati, perchè ne ha bisogno, ma il suo percorso è quello”.

Biraschi che vuole rimanere in campo malgrado il problema al dito rappresenta lo spirito che lei vuole.
“Come con Lapadula l’anno scorso, Biraschi che vuole rimanere in campo con il dito rotto sono bei segnali, ma domani quello non conta nulla. Questi segnali ci devono essere in ogni giorno della settimana”.

Ancora un commento sul Parma.
“Parliamo del Parma. Loro sono andati a Milano contro l’Inter e sapete cosa è successo. Nel nostro campionato, dove il gioco non sono preponderanti, la bellezza è questa: che tutte le partite sono da giocare. C’è una squadra che può essere favorita ma alla fine succede poi quello che non succede in nessun altro campionato”.

Quanto sarebbe importante vincere anche classifica alla mano?
“Per me è importante la prestazione e quando tu fai una bella partita devi essere già soddisfatto. Per me il Genoa, a parte Roma con la Lazio e a parte quei quindici minuti di Reggio Emilia, è una squadra che ha fatto sempre delle belle prestazioni. Il Genoa deve ricercare la prestazione.

Se lo aspettava un Kouamé così decisivo?
“Non me l’aspettavo. Io lo conoscevo perchè lo avevo visto più di una volta con la maglia del Cittadella. Allenarlo lo vedi che è un ragazzo con qualità. Certo che deve crescere ma è un ragazzo serio e ambizioso che si dà da fare”.

A che punto è la condizione di Favilli?
“Si è allenato bene durante la settimana. E’ un ragazzo interessante. Abbiamo la fortuna di avere in attacco tutti ragazzi con qualità e con caratteristiche diverse l’uno dall’altro. Come detto in passato, rispetto all’anno scorso il Genoa si è rinforzato in attacco”.

Gli indisponibili?
Lisandro Lopez, Rolon, Romero ha giocato ieri con la Primavera e lo consideriamo dalla prossima settimana a pieno regime con la squadra”.

La posizione in campo di Criscito.
“Lo avevo avuto la prima volta al Genoa e faceva il terzino. Se si gioca a quattro fa il terzino, se si gioca a tre si gioca più a suoi agio a fare il terzo centrale di sinistra. Io ho detto che lo farei giocare anche da regista. Mi piace come interpreta il gioco”.

Nota cambiamenti delle difese nei confronti di Piatek?
“Noi siamo dei maestri nella difesa, quindi le squadre si preparano benissimo ad affrontare gli attaccanti avversari. Detto questo, Piatek si dà da fare e fa tanto in partita. Poi in quel tanto che fa riesce ad essere incisivo”.

Medeiros trova poco spazio.
“Sta bene. Certamente è un giocatore che se sta bene è da prendere in grande considerazione. Per come giochiamo ora probabilmente lui si trovare meglio a fare il trequartista. Lo abbiamo provato a Roma con la Lazio e ha fatto una buona partita ma non è stato sostenuto dai compagni”.

Termina qui la conferenza stampa di Ballardini.

read more
GenoaNews

Genoa, Criscito: “L’ importante è dare il 100%”

Mimmo Criscito

Un avvio di campionato niente male quello del Grifone. 12 punti in sei partite.

Ieri, allo stadio Luigi Ferraris di Genova, durante la presentazione della birra ufficiale Peroni, Mimmo Criscito ha fatto il punto della situazione dopo l’importante vittoria in trasferta contro il Frosinone e dell’imminente gara di domenica con il Parma.I romagnoli sono tra le squadre rivelazione di questo inizio di campionato: con tre vittorie, una sconfitta e tre pareggi sono al decimo posto.

Le parole del Capitano del Grifone sui ragazzi di D’Aversa, rilasciare al sito ufficiale del Genoa: Non so se saranno assenti Gervinho e Inglese. I nostri avversari hanno allestito un organico di valore, hanno buoni giocatori con cui eventualmente sostituirli. Come noi il Parma sta attraversando un buon momento. Farà di tutto per ottenere un risultato positivo.

Nelle ultime partite il mister Davide Ballardini ha deciso di cambiare il ruolo di Criscito: scelta azzeccata visti i due successi di fila: Il cambio di posizione permette di spingermi ugualmente in avanti. Giocare in difesa è diverso rispetto a coprire tutta la fascia. Decide il mister, va tutto bene. L’importante è uscire dal campo con la maglia sudata e dare sempre il 100%. Abbiamo qualità per fare bene, speriamo di continuare su questa strada. Dopo il Parma arriverà la sosta e poi il confronto con le più forti come Juventus, Milan, Inter, Napoli.

Un commento non può non andare alla star rossoblu del momento, Piątek: Gran giocatore. Dà sicurezza sapere di avere in squadra giocatori con il gol facile.”

Sandro ha fatto il suo esordio rossoblu durante il match con il Frosinone, anche se non era al massimo della forma fisica: E’ un top-player con esperienza da vendere. Ha giocato con intelligenza a Frosinone pur non essendo al massimo. E ha salvato il gol del 2-2”. 

 

Fonte: genoacfc.it
read more
Chievo VeronaGenoaNewsSerie A

Genoa-Chievo 2-0: Piątek e Pandev stendono il Chievo

il Genoa dopo il gol

Triplice fischio allo stadio Luigi Ferraris di Genova. Dopo tre anni, il Genoa di mister Ballardini batte per 2 reti a 0 il Chievo di D’Anna. Esplode Marassi dopo i gol di Piątek e Pandev, trascinatori di questo Genoa che sale a quota 9 punti in campionato.

Il primo tempo vede una serie di cartellini gialli per entrambe le squadre, segno della grande tensione. Occasione Chievo al 9° minuto: un gran tiro di Hetemaj di poco sopra la traversa. Segue un’occasione per il Genoa: su calcio d’angolo Criscito prova il gol a botta sicura ma Sorrentino respinge d’instinto. Al 33′ il grifone ci riprova e Piątek ruba un pallone a Rossettini, tira ma colpisce il palo sotto la Sud. Al 39′, altra occasione per il Chievo con un cross di Giaccherini da sinistra ma Rigoni sfiora il palo sinistro e il pallone termina sul fondo. Il risultato si sblocca poco prima dell’intervanno: Lazovićmette a segno un assist e non ci può che essere lui: Krzysztof Piątek a sbloccare la partita. I grifoni passano in vantaggio per 1 a 0 al 42′. Il Genoa si carica e Piątek è incontenibile: sul fischio di fine primo tempo, cerca la doppietta con un colpo di testa, ma termina di poco fuori.

Nel secondo tempo, il Chievo dimostra grinta e voglia di provare a strappare il pareggio. Al 48′ Esce l’ex rossoblu Tomović ed entra Depaoli. Ma questo non basta. al 54′ Goran Pandev, chiave del Genoa, mette a segno la rete del 2 a 0, proprio sotto la Gradinata Nord. Al 54′ esce Hetemaj ed entra Birsa, altro ex della partita. Per il Genoa, al 56′ esce Pandev tra gli applausi di Marassi, sostituito da Bessa. Al 67′ Biraschi serve Piątek, che lascia partire un sinistro deviato però in angolo da Sorrentino. Ballardini decide un altro cambio: esce Lazović ed entra Zukanović (73′). Anche se sotto di due reti a zero, il Chievo non molla e sfiora l’occasione del gol della bandiera al 75′ con un tiro di Stępiński , ma Radu effettua una gran parata e annulla l’attacco. Sul finire della partita, continuano i campi: per il Genoa esce Hiljemark per Mazzitelli (78′); per il Chievo esce Léris per lasciare il posto a Pellissier (78′).

Dopo sei minuti di recupero, il giudice di gara Pasqua decide che va bene così: termina 2 a 0. Il Genoa porta a casa la sua terza vittoria casalinga consegutiva.

Ammoniti: per il Genoa Criscito (12′); Kouamé 14′); Pandev (31′); Per il Chievo Léris (3′); Hetemaj (29′); Depaoli (55′); Rossettini (84′);

read more
Chievo VeronaGenoaSerie A

Genoa-Chievo: per il Grifone la vittoria al Ferraris manca da tre anni

campionato2018_partita_chievo_genoa_squadra-leaseplan

GENOA- Riflettori puntati questa sera al Ferraris di Genova. L’allenatore del Genoa, Davide Ballardini, cerca il riscatto ospitando il Chievo Verona di mister D’Anna, dopo la pesante sconfitta contro la Lazio.

Le due squadre si sono già incontrate in sedici precedenti, tra casa e trasferta. L’ago punta verso il Chievo con 7 successi; 5 invece per il Genoa e 4 pareggi. L’ultima vittoria del Grifone risale al 18 ottobre 2015, finì 3-2 con le reti di Pavoletti, Gakpé e Tachtsidīs.

Anche se fanalino di coda della Serie A, il Chievo non è un avversario da sottovalutare. Duranti gli ultimi otto incroci a Marassi, i gialloblu sono sempre andati in gol, realizzando sedici marcature totali.

Sul campo genovese, ci sarà una gran presenta di ex: Spolli e Zukanović da una parte, Birsa, Rossettini e Tomović dall’altra. Per non parlare della sfida polacca tra Krzysztof Piątek e Mariusz Stępiński. I due attaccanti si sono rivelati fondamentali per le rispettive squadre. Piątek comanda la classifica dei capocannonieri con 5 reti, mentre Stępiński è nel mucchio, con 2 marcature.

Appuntamento dunque questa sera, mercoledì 26 settembre, allo stadio Luigi Ferraris di Genova per il match della 6° giornata Serie A Tim Genoa-Chievo. Fischio d’inizio ore 21:00.

 

read more
GenoaSerie A

Piatek, senti Lewandoski: “Può arrivare ad alti livelli”

piatek-maxw-644

Il gioiello del Genoa ha già superato alcuni record. Arriva la benedizione del  bomber del Bayern Monaco Robert Lewandoski

Piatek non si ferma più e batte record su record.Ormai è diventato il pupillo di tutti i fantallenatori. C’era chi si aspettava la raffica di gol di Icardi, chi aveva speso quasi tutto i fantagettoni per l’alieno Ronaldo, e alla fine invece è stato il meno atteso a spuntarla. Piatek è entrato in punta di piedi nel nostro campionato, ma non sembra fatto aver accusato il gap tra il campionato polacco e la Serie A.

RECORD- 5 gol in 4 partite, e all’appello manca ancora il recupero della prima giornata contro il Milan, rinviata per gli incresciosi motivi di cronaca.Il Genoa si affida al classe ’95 e già iniziano a sentirsi gli scomodi paragoni con i vecchi bomber del passato. Fino a qui il polacco ha eguagliato il record di un certo Shevcenko, e restando in casa rossoblu, se contiamo anche il poker rifilato in coppa Italia contro il Lecce, il polacco sale a quota 9 reti in 5 match ufficiali, superando l’argentino Rodrigo Palacio, che nella stagione 2011-12 aveva siglato lo stesso numero di reti.

ENDORSEMENT- Difficilmente può passare inosservato un exploit del genere, e a confermare il momento d’oro del polacco, arriva l’endorsement/ benedizione di Robert Lewandowski, uno dei più forti attaccanti d’Europa, per il centravanti del Genoa che ha conosciuto in nazionale: “Piatek è un giocatore che ha grandi potenzialità e vuole crescere. Se continua ad allenarsi così può giocare in nazionale a lungo. Si è visto già dopo il primo allenamento che può arrivare ad alti livelli”, parola di Lewandowski. Il ragazzo, dunque, sembra aver preso la strada giusta.

read more
GenoaLazioSerie A

Genoa, Ballardini: ” Genoa sempre in partita, fino alla fine”

Davide Ballardini durante il match con la Lazio

GENOA- Nove gol in due partite fuori casa. Il Genoa torna a casa con una pesante sconfitta. Non era una partita facile quella contro la Lazio di Simone Inzaghi, ma la squadra di Ballardini ha fatto acqua in quasi tutti i settori. I migliori tra gli undici rossoblu, sono senza dubbio Kouamé e il pistolero Piątek che, nonostante il duro colpo inferto dai biancocelesti, regala comunque il gol della bandiera.

LE PAROLE DEL MISTER – Le parole del tecnico del Grifone sono state dure :”Non siamo così compatti come eravamo abituati ad essere. In casa concediamo poco agli avversarsi. Con il gol avevamo riaperto la partita.” Difatti, dopo il gol dell’attaccante polacco, il Genoa ha avuto come uno scrollone, ma non è bastato per portare a casa anche solo che un pareggio. “Noi abbiamo l’obbligo di essere, con serenità, sempre preoccupati perchè se sei sereno e convinto che tanto le cose arrivano, poi prendi degli schiaffi” commenta così il risultato negativo riportato sul campo dell’Olimpico.

SU PIATEK- Qualche parola anche su Krzysztof Piątek, uomo-gol anche nella sconfitta :”Non è ancora un campione. Il primo a sapere che deve fare ancora tanto è lui. E’ un ragazzo che vede la porta come pochi. Ha qualità, è serio e generoso.”

read more
GenoaLazioSerie A

Lazio-Genoa: finisce 4 -1 all’Olimpico

42391185_2369681366376103_1808373667625697280_o

Finisce 4 a 1 per la Lazio questa domenica all’Olimpico. Il Genoa di Ballardini non riesce nell’impresa.

Nel primo tempo, la partita si sblocca con un gol di Felipe Caicedo (7′), che porta la Lazio in vantaggio di 1 a 0, servito da un assist di  Milinković-Savić . Il raddoppio biancoceleste arriva al 23‘ con la rete di Ciro Immobile su assist di Parolo. Ballardini cerca di spostare gli equilibri sostituendo Spolli con Kouamé, ,ma la squadra genovese rimane come in un black-out per tutto il primo tempo.

Nel secondo tempo, il grifone prova ad accorciare le distanze con la rete di Krzysztof Piątek  al 46′. Ma i rossoblu festeggia poco: la Lazio si riprende subito e al 53′ arriva il gol di Milinković-Savić che porta la partita sul 3 a 1.

La seconda parte della gara è anche interessata dai cambi di entrambe le squadre. Per il Genoa esce Romulo ed entra Lazović (57′) ed entra Sandro al posto di Medeiros (62); per le aquile invece, esce Caicedo per Correa (62′), Milinković-Savić lascia il posto a Badelj (72′) e Gabarrón sostituisce Marušić (86′). I rossoblu ci provano a rialzare la testa, ma la quarta rete di Immobile al 89′ chiude definitivamente la partita.

 

read more
GenoaNewsSerie A

Genoa, Mazzitelli: “Contro la Lazio servono testa giusta e capacità di soffrire”

41361747_2351229944887912_4141685500958212096_o

Domenica alle 15:00 il Genoa sfida all’Olimpico la Lazio. E Luca Mazzitelli, centrocampista rossoblu classe 1995, vede la sua città con occhi diversi. Cresciuto nel quartiere romano Fleming, tanti amici laziali, sul sito ufficiale del Genoa Cfc racconta le sue impressioni prepartita:“Non avere l’abitudine di frequentare quotidianamente i posti dove sei nato, vista la lontananza da casa, cambia la percezione. Osservi i luoghi in un’altra maniera. Presti un’attenzione maggiore, mentre prima non coglievo certi particolari. Facevo meno caso alla bellezza di Roma. Genova? Mi ha sorpreso. Non tutti me ne avevano parlato bene. Sono sincero. E invece. Il clima, il lungomare…”.

Nella sfida con il Bologna, Mazzitelli è stato il secondo giocatore per numero di palloni giocati (48). Davanti solo Romulo con 70. Ha esordito al posto del pistolero Piątek durante la partita casalinga contro il Lecce in Coppa Italia. Le sue qualità non sono ancora sbocciate, come del resto quelle dei singoli compagni. Sotto l’occhio di mister Ballardini, il nuovo gruppo di giocatori rossoblu lavora sui meccanismi di gioco, sugli schemi e sul conoscersi: “ Assist, gol, inserimenti. Per un centrocampista sono caratteristiche importanti. Come la visione di gioco. Abbiamo molti margini di miglioramento. Stiamo lavorando sulla compattezza. Sulla quadratura di squadra. Sotto questo aspetto è stato utile, una bella iniezione di fiducia, non prendere gol con il Bologna. Siamo in tanti nuovi. Stiamo ancora imparando a conoscerci. In campo e fuori dal campo”.

Tra allenamenti e serie tv nel tempo libero, si avvicina sabato, dove lo aspetta il volo charter con i compagni. Destinazione? la Capitale. “Con la Lazio sarà una partita difficilissima, in un campo complicato, contro una delle più forti in Serie A. Per reggere l’urto serviranno testa giusta e capacità di soffrire. Sacrificio e impegno. Queste sono forse le parole chiave. Come inizio non possiamo proprio lamentarci. Sassuolo a parte, è stato un avvio positivo”.

 

Fonte: Genoa Cfc
read more
Chievo VeronaGenoaNewsSerie A

Genoa: col Chievo prezzi più bassi e gratis Under 14

41928438_2361143727229867_3644367007211585536_o

Tour de force per il Genoa: tre partite in otto giorni. Si inizia con la Lazio, poi Chievo Verona e si finisce con il Frosinone.

Mercoledì 26 settembre alle 21:00 i rossoblu di Ballardini sfideranno i gialloblu di mister D’Anna: i biglietti per assistere alla partita al Ferraris sono già reperibili al Ticket Office del Porto Antico (orario continuato 10-19), nelle ricevitorie autorizzate del circuito Listicket e on-line su www.listicket.com.

La società genovese comunica che per la gara infrasettimanale casalinga del Grifone contro i veronesi, sono stati abbassati i prezzi in tutti i settori dello stadio. A seguire i costi base (*tariffa ridotta 8-16 anni): Tribuna Inferiore Centrale Numerata 80 euro (*40); Distinti 30 euro (*15); Gradinata Nord 25 euro (*10); Gradinata Sud 20 euro (*10); Settore 5 20 euro (*10); Settore Ospiti 20 euro (*10). Biglietti gratis per gli Under 8 al Ticket Office. Il giorno del match, presso le biglietterie dello stadio, prezzo simbolico di 1 euro.

Ricordiamo che per la partita con il Chievo Verona gli Under 14 potranno entrare gratuitamente allo stadio, solo nei settori Distinti e Gradinata Sud. I biglietti si potranno ritirare al Ticket Office in via al Porto Antico 4, entro la giornata di martedì 25 settembre. L’ingresso allo stadio è previsto con l’accompagnamento di un adulto.

read more
GenoaNews

Genoa: ripresa a Pegli tra partitelle e lavori individuali

41647220_2356189857725254_4806940278290120704_o

QUI PEGLI – Oggi, mercoledì 19 settembre, doppia seduta a porte chiuse per i ragazzi di mister Ballardini. La ripresa degli allenamenti, avvenuta ieri al Centro Sportivo  Signorini, ha visto lavori individuali con la presenza di quattro elementi della Primavera di mister Sabatini: Candela, Karic, Micovschi e Simeoni.

ALLENAMENTO DI MARTEDI’ – Il programma pomeridiano si è diviso tra palestra, piscina e terreno di gioco. Dopo il via libera dei medici, Romero è tornato ad allenarsi coi compagni. La seduta di martedì si è conclusa in un caldo fuori stagione, con una partitella a campo ridotto. I portieri hanno svolto addestramenti specifici.

NEO PAPA’- Permesso speciale per Kouamè: domenica è nato il piccolo Michael Joah e l’attaccante rossoblu ha chiesto di stare vicino alla sua compagna e al bambino.

 

read more
1 2 3 6
Page 1 of 6