close

Lazio

Lazio

Lazio, la conferenza stampa di Inzaghi

conferenza stampa Inzaghi

La conferenza stampa di Inzaghi in vista del match contro la Fiorentina è fissata per le 14:30. Il tecnico biancoceleste parlerà dunque ai media del prossimo impegno di campionato (qui le probabili formazioni della 8° giornata di Serie A) con la Lazio chiamata a riscattare i brutti KO nel derby ed in Europa League contro il Francoforte. Ma non dilunghiamoci troppo e andiamo a seguire la conferenza stampa Inzaghi oggi.

Conferenza stampa Inzaghi oggi

Quali saranno le scelte del mister della Lazio? Andiamole a scoprire nella conferenza stampa di Inzaghi:

Momento delicato?
“Più che delicato arriviamo da due sconfitte avvenute in modo diverso. Del derby se n’è parlato e riparlato, a Francoforte la gara è stata condizionata da due espulsioni e da errori individuali che non devono più verificarsi. Dovremo provare a lasciarci alle spalle i due ko. Queste due sconfitte non erano preventivate, già domani abbiamo una gara importantissima e dobbiamo farla nostra in tutti i modi”.

L’umore dello spogliatoio com’è?
“Chiaramente non siamo contenti e soddisfatti, abbiamo perso un derby molto importante per noi e per i tifosi. Abbiamo perso a Francoforte una gara importante, ma siamo consci che venivamo da un momento importante. Siamo a tre punti dalla seconda in classifica. In Europa League siamo secondi nel girone, tutto dipende da noi. Sappiamo che dovremo reagire”.

Ha lavorato molto sulla difesa in estate, nelle ultime due gare avete subito sette gol di cui quattro su palla inattiva:
“L’anno scorso abbiamo subito pochi gol su palla inattiva, adesso quattro reti in due gare. Il primo gol nel derby è arrivato su spizzata di Dzeko, è come se fosse una palla inattiva. Dobbiamo provare a evitare questi gol. A inizio stagione c’era solidità, ora un po’ meno”.

Cosa accade alla Lazio in questi ultimi giorni?
“C’è da dire che nel calcio i giudizi cambiano in fretta, lo sappiamo tutti. Ora bisogna ribaltare la situazione, prima del derby venivamo da cinque vittorie di fila. Successivamente ci sono state sconfitte pesanti, soprattutto quella contro la Roma. Domani avremo una gara importante prima della sosta, affrontiamo una Fiorentina in salute”.

Le prestazioni di Milinkovic-Savic non sono state soddisfacenti:
“Se dopo il Genoa lo si esaltava e si diceva del suo ritorno al top, ora ci sono state le critiche dopo due sconfitte di fila. Tuttavia va fatta un’analisi dettagliata, non vanno cercati colpevoli dopo una sconfitta. Conta soprattutto il gruppo, non voglio reazioni da Milinkovic-Savic o da Basta, che è stato criticato, ma voglio una risposta dall’intero gruppo. Questo fa la differenza per vincere le gare”.

C’è stato un confronto con la squadra? Ha azzerato le gerarchie?
“Ogni tecnico ha in mente delle gerarchie. Poi – ha proseguito – per tutti possono cambiare da un momento all’altro con il lavoro e gli allenamenti. Abbiamo analizzato profondamente il derby e la sconfitta di Francoforte. Conosco soltanto una medicina per tornare quelli visti fino a poco tempo fa: lavoro, lavoro e lavoro. Ci alleneremo solo oggi prima del fischio d’inizio, cercherò di capire chi mi potrà dare adeguate garanzie”.

Cosa può dirci di Caicedo e di Radu?
“Anche prima del derby ho detto che sarebbero stati tutti convocati tranne Lukaku. Sembra che stiano tutti bene, poi vedremo dopo la seduta di questo pomeriggio. Caicedo aveva un po’ di febbre, erano due giorni che prendeva farmaci. Era stato preventivato un lavoro parziale in gruppo, poi a fine allenamento mi ha detto che se la sentiva di finire tutto in gruppo. Vedremo oggi”.

In questa settimana s’è parlato di rabbia, fame e cattiveria. Si aspetta qualcosa in più sotto questo punto di vista?
“Serve sempre. L’ho detto dopo il derby che era mancato. In Europa League sono stati commessi errori individuali, la partita l’ha chiusa l’arbitro con due espulsioni. Sicuramente serviranno fame e cattiveria, la Fiorentina farà di tutto per rendere difficile la partita. Domani dovremo fare qualcosa in più. Prima della Roma venivamo osannati, oggi ci sono le critiche ma è normale. Io sono attento ad ascoltare quelle costruttive, altre sono fatte invece per creare confusione. La mia squadra sa cosa deve fare, dovremo far parlare il tempo”.

Ci sono problemi dal punto di vista atletico?
“No, si parla di condizione atletica sempre dopo una sconfitta. Era successo anche dopo le prime due giornate. Corriamo anche in base a quanto riusciamo a tenere la palla, il possesso è aumentato e quindi corriamo bene. I valori sono buoni, a Francoforte in nove uomini abbiamo tenuto bene il campo, nonostante la partita l’avesse chiusa l’arbitro in anticipo viste le due espulsioni”.

Termina qui la conferenza stampa di Inzaghi.

read more
CalciomercatoLazio

Lazio, ufficiali i rinnovi di Immobile e Milinkovic-Savic

Ciro Immobile Sergej Milinkovic-Savic hanno ufficialmente rinnovato i loro accordi con la Lazio. I due calciatori hanno firmato un contratto fino al 30 giugno 2023. Una notizia importante che potrà dare una scossa ai biancocelesti che hanno perso da pochi giorni il derby con la Roma e che può ridare la carica giusta. Il centrocampista serbo, cercato da tante squadre in estate, ha quindi deciso di accettare la proposta (come vi avevamo anticipato nelle scorse settimane, ndr). Per l’attaccante azzurro, invece, è stato tutto semplice visto che ha sposato in pieno il progetto.

I nuovi accordi dei due portano anche degli aumenti dell’ingaggio che sfonderà i 3 milioni di euro a stagione più bonus, cifra record per l’era Lotito. Un messaggio forte da parte del presidente rivolto soprattutto alle big d’Europa che cercano Savic.

 

 

read more
GenoaLazioSerie A

Genoa, Ballardini: ” Genoa sempre in partita, fino alla fine”

Davide Ballardini durante il match con la Lazio

GENOA- Nove gol in due partite fuori casa. Il Genoa torna a casa con una pesante sconfitta. Non era una partita facile quella contro la Lazio di Simone Inzaghi, ma la squadra di Ballardini ha fatto acqua in quasi tutti i settori. I migliori tra gli undici rossoblu, sono senza dubbio Kouamé e il pistolero Piątek che, nonostante il duro colpo inferto dai biancocelesti, regala comunque il gol della bandiera.

LE PAROLE DEL MISTER – Le parole del tecnico del Grifone sono state dure :”Non siamo così compatti come eravamo abituati ad essere. In casa concediamo poco agli avversarsi. Con il gol avevamo riaperto la partita.” Difatti, dopo il gol dell’attaccante polacco, il Genoa ha avuto come uno scrollone, ma non è bastato per portare a casa anche solo che un pareggio. “Noi abbiamo l’obbligo di essere, con serenità, sempre preoccupati perchè se sei sereno e convinto che tanto le cose arrivano, poi prendi degli schiaffi” commenta così il risultato negativo riportato sul campo dell’Olimpico.

SU PIATEK- Qualche parola anche su Krzysztof Piątek, uomo-gol anche nella sconfitta :”Non è ancora un campione. Il primo a sapere che deve fare ancora tanto è lui. E’ un ragazzo che vede la porta come pochi. Ha qualità, è serio e generoso.”

read more
GenoaLazioSerie A

Lazio-Genoa: finisce 4 -1 all’Olimpico

42391185_2369681366376103_1808373667625697280_o

Finisce 4 a 1 per la Lazio questa domenica all’Olimpico. Il Genoa di Ballardini non riesce nell’impresa.

Nel primo tempo, la partita si sblocca con un gol di Felipe Caicedo (7′), che porta la Lazio in vantaggio di 1 a 0, servito da un assist di  Milinković-Savić . Il raddoppio biancoceleste arriva al 23‘ con la rete di Ciro Immobile su assist di Parolo. Ballardini cerca di spostare gli equilibri sostituendo Spolli con Kouamé, ,ma la squadra genovese rimane come in un black-out per tutto il primo tempo.

Nel secondo tempo, il grifone prova ad accorciare le distanze con la rete di Krzysztof Piątek  al 46′. Ma i rossoblu festeggia poco: la Lazio si riprende subito e al 53′ arriva il gol di Milinković-Savić che porta la partita sul 3 a 1.

La seconda parte della gara è anche interessata dai cambi di entrambe le squadre. Per il Genoa esce Romulo ed entra Lazović (57′) ed entra Sandro al posto di Medeiros (62); per le aquile invece, esce Caicedo per Correa (62′), Milinković-Savić lascia il posto a Badelj (72′) e Gabarrón sostituisce Marušić (86′). I rossoblu ci provano a rialzare la testa, ma la quarta rete di Immobile al 89′ chiude definitivamente la partita.

 

read more
Europa League

Europa League review: il punto dopo la 1° giornata

europa-league

Dopo le emozioni della Champions League (qui il nostro report sulla prima giornata), è tempo di Europa League che come di consueto ci ha regalato esordi interessanti, goal e spettacolo.

Vincono in maniera abbastanza agevole le big, mentre le italiane, Lazio e Milan, pur senza convincere a pieno e con qualche brivido riescono a portare a casa la vittoria. Non perdiamo altro tempo ed andiamo a vedere nel dettaglio cosa è successo nella prima giornata della seconda competizione europea entrando nel dettaglio della nostra Europa League review.

Le italiane non tradiscono

L’esultanza di Ciro Immobile, ancora una volta decisivo.

Buone notizie per l’Italia che centra il 2 su 2 al debutto in Europa League. La Lazio, davanti al pubblico amico, batte 2-1 l’Apollon Limassol, rischiando fin troppo, specie nella ripresa. Apre le marcature Luis Alberto, ben imbeccato da Caicedo mentre nella ripresa è il neo entrato Immobile a firmare il 2-0 su calcio di rigore. Nel finale qualche patema di troppo per i biancocelesti che subiscono la rete degli ospiti siglata da Zelaya.

Il Pipita regala i 3 punti al Milan.

Bene, almeno nel risultato, anche il Milan che con gli esordienti del Dudelange si impone 1-0 grazie alla rete di Higuain, che sembra essersi definitivamente sbloccato. I rossoneri non brillano dal punto di vista del gioco contro la squadra lussemburghese ma riesce comunque ad imporsi senza patemi e, sfruttando il pareggio tra Olympiacos e Real Betis, si issa momentaneamente in vetta al proprio girone.

I risultati delle big: bene le inglesi, imbattute le spagnole

Parte bene l’avventura delle due squadre di Premier League. Successi facili, infatti, per l’Arsenal (4-2 agli esordienti del Vorskla Poltava) grazie alla doppietta di Aubameyang e i goal di Welbeck e Özil, e per il Chelsea di Sarri che batte di misura il PAOK grazie alla rete di Willian su assist di Ross Barkley.
Bene anche le tedesche che colgono 2 successi su 3. Grande vittoria in rimonta per il Bayer Leverkusen per 2 a 3 sul campo del Ludogorets, con uno strepitoso Kai Havertz (doppietta), talento cristallino classe 1999. Impresa anche dell’Eintracht Francoforte che vanno prima sotto con il Marsiglia grazie al goal di Ocampos, poi pareggiano con Torro e nel finale, nonostante l’inferiorità numerica (espulso Willems), si impongono nel finale con Jovic che regala un successo in trasferta davvero pesante in ottica passaggio del turno (si parla del girone della Lazio, ndr). Le squadre di Bundesliga non chiudono l’en-plein perché il Lipsia, nel “derby della Red Bull”, cede 3-2 al Salisburgo, nonostante la rimonta provvisoria da 0-2 a 2-2. Decisiva la rete firmata da Gulbrandsen al termine di un’azione da Play Station, che ha visto due colpi di tacco “scorpioni”.

Il Siviglia e quel feeling con l’Europa League.

Abbastanza bene anche l’andamento delle squadre della Liga spagnola. Il Siviglia passeggia contro lo Standard Liegi, vincendo per 5-1 grazie anche alla doppietta di uno scatenato Ben Yedder. Pareggi, invece, per Villarreal (2-2 con i Rangers di Steven Gerrard) ed il Betis, che impatta sullo 0-0 sul campo dell’Olympiacos.

I giocatori del Submarino Amarillo buttano letteralmente via il match andando per due volte avanti di una rete e facendosi recuperare entrambe le volte dagli scozzesi. Nonostante questo c’è un qualcosa di positivo in questa gara per gli spagnoli visto che, in occasione del momentaneo 2-1 firmato da Moreno, l’assist è stato firmato da Santi Cazorla, tornato in campo dopo un lungo periodo di stop nel quale ha vissuto un vero e proprio calvario nel quale lo spagnolo ha rischiato addirittura l’amputazione di un piede in seguito a numerose infezioni batteriche.

Delude lo Zenit di Claudio Marchisio che al debutto non va oltre l’1-1 sul campo del Copenaghen mentre ancor peggio va al Fenerbahce, uscito ai preliminari di Champions League, che crolla inesorabilmente (4-1 il risultato finale) e incredibilmente sul campo della Dinamo Zagabria. Vincono Besiktas, 3-1 al Sarpsborg (in rete anche Babel), Celtic (1-0 al Rosenborg grazie alla rete decisiva di Griffiths nel finale) e Sporting Lisbona (2-0 sul Qarabag).

Vetrina Europa League: nuovi gioielli crescono

L’Europa League è una vetrina davvero importante per i giovani calciatori che trovano, solitamente, maggior spazio rispetto al campionato. Da segnalare il classe 1998 Ismaila Sarr, a segno per il momentaneo 1-0 del Rennes in una partita finita poi 2-1 per i francesi contro lo Jablonec e Tsygankov, stellina ucraina classe 1997, che ha aperto le marcature in favore della sua Dynamo Kyev che chiuderà poi sul 2-2 in Ucraina contro i kazaki dell’Astana.

 

read more
Lazio

Lazio Apollon: probabili formazioni e dove vederla in tv e streaming

probabili formazioni Lazio Apollon

Quali saranno le probabili formazioni Lazio Apollon? La squadra di Inzaghi comincia la sua avventura in Europa League davanti al pubblico amico. L’appuntamento è per giovedì 20 settembre ore 18:55. I capitolini sono stati inseriti nel Gruppo H insieme a Marsiglia e Eintracht Francoforte. La squadra biancoceleste dovrà vincere questa gara per non complicare il suo cammino visto che, almeno sulla carta, quella cipriota è la formazione più debole del girone. Non perdiamo altro tempo ed andiamo a vedere nel dettaglio quali saranno le probabili formazioni di Lazio Apollon.

Probabili Formazioni Lazio Apollon

Inzaghi darà spazio alle seconde linee come Proto, Badelj, Murgia, Durmisi e Caicedo. Non ci sarà Correa, squalificato, ed allora straordinari per Milinkovic-Savic. In casa Apollon, invece, non ci dovrebbero essere grosse sorprese con Avgousti che dovrebbe schierare il classico 4-2-1-3. Riferimento offensivo sarà Maglica, sicuramente il giocatore di maggior talento. In porta Bruno Vale osservato speciale visto che dovrà tirar fuori una grande prestazione per uscire indenne dall’Olimpico. Vediamo quindi le probabili formazioni di Lazio Apollon:

Probabili formazioni Europa League Lazio Apollon, giovedì 20 settembre ore 18:55
Lazio (3-5-1-1): Proto; Wallace, Acerbi, Caceres; Basta, Badelj, Cataldi, Murgia, Durmisi; Milinkovic; Caicedo.
Apollon (4-2-1-3): Bruno Vale; Vasiliou, Roberge, Hector Yuste, Joao Pedro; Kyriakou, Sachetti; Pereyra; Schembri, Papoulis, Maglica.

Lazio Apollon dove vederla in tv e streaming

Dove vedere Lazio Apollon in diretta tv? Il match sarà trasmesso in esclusiva da Sky su Sky Sport 1 (canale 201). La visione in streaming sarà, per gli abbonati, sull’app Sky Go che consente la visioni dei contenuti della tv di Murdoch su pc e dispositivi mobili.

read more
Lazio

Lazio, novità importanti sul rinnovo di Milinkovic-Savic: la situazione

rinnovo Milinkovic-Savic

Emergono importanti novità sul rinnovo di contratto di Sergej Milinkovic-Savic. Il centrocampista serbo della Lazio pare aver trovato l’accordo, mediante il suo agente, con la società biancoceleste e sarebbe pronto a firmare un prolungamento che lo legherebbe alla società capitolina fino al 30 giugno 2023.

All’interno del nuovo accordo, però, non ci sarà più una clausola rescissoria e dunque, in caso di offerte irrinunciabili, potrebbe lasciare il club già nella prossima estate. Nei prossimi giorni atteso il procuratore a Roma per definire i termini economici del rinnovo.

 

read more
LazioSerie A

Lazio-Frosinone: probabili formazioni

Laz_Frosinone

Domenica 2 settembre, dalle 20:30 gli azzurri di Inzaghi sfideranno il Frosinone di Longo sotto i riflettori dell’Olimpico. Ma sugli spalti c’è poco entusiasmo. Oltre ai circa 19mila abbonati, ci saranno 5 mila tifosi. Numerosi i supporters ciocari: nella Capitale dovrebbero arrivarne circa 1700.

Il Frosinone arriva con un pareggio e l’amara sconfitta contro l’Atalanta per quattro a zero e i ragazzi di Longo hanno voglia di conquistare punti importanti.

La Lazio, ferita per le sconfitte pesanti nelle prime due giornate, vuole tornare a volare. Gli azzurri di Inzaghi sono determinati a vincere sul campo e a riconquistare la fiducia dei tifosi.

Le probabili formazioni:

Lazio (3-5-1-1): Strakosha; Bastos, Acerbi, Radu; Marusic, Parolo, Lucas Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; Luis Alberto; Immobile. Allenatore: Inzaghi

Frosinone (3-5-2): Sportiello; Capuano, Salamon, Krajnc; Zampano, Crisetig, Maiello, Chibsah, Molinaro; Perica, Ciano. Allenatore: Longo

read more
JuventusLazioNewsPrimo PianoProbabili FormazioniSerie AUltim'Ora

Juventus-Lazio, le formazioni ufficiali

juventus-lazio-convocati-810×405

JUVENTUS (4-3-3): Szczęsny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, A.Sandro; Pjanic, Khedira, Matuidi; Bernardeschi, Mandzukic, C. Ronaldo.   All. Allegri          A disposizione: Pinsoglio, Perin, Rugani, Barzagli, Benatia, Emre Can, Bentacur, Dybala, Cuadrado, Douglas Costa.

 

LAZIO (3-5-2) Stakosha; Wallace, Acerbi, Radu; Marusic, Parolo, Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; L. Alberto, Immobile.         All. Simone Inzaghi                           A disposizione: Guerrieri, Proto, Basta, Durmisi, Bastos, Caceres, Correa, Badelj,Cataldi, Murgia, Rossi, Caicedo.

read more
1 2 3 5
Page 1 of 5