close

Milan

Esclusiva ASNInterMilanPrimo PianoSerie A

Derby di Milano… Con: Teo Teocoli

teo teocoli

In esclusiva per allsoccernewsit.com il comico e attore Teo Teocoli

Come vede il derby di Gattuso?

“Il derby domani intimorisce molto, perchè dopo 5/6 partite positive  che era anni che non accadeva arriva la domanda finale da un milione di euro. Vinceremo il derby?  Infatti mi sembra che per Milan , per la dirigenza siano  dei giorni molto agitati. Sono sempre a Milanello, c’è quel pericolo che ci sia la “partitaccia” degli interisti. Ad oggi  il Milan non è più forte ma gioca meglio. Quando si è favoriti a me viene l’ansia.

Chi vincerà il derby?

” Non mi sbilancio perchè non porta bene, domani sarò a Milano dopo l’ultima volta che abbiamo perso tre a zero. Vado a San Siro più leggero.” (ride ndr.)

Per quanto riguarda l’Inter la sconfitta di Giovedì può pesare?

“Vorrei dire che  non parlo dell’Inter. (ride ndr)   Siamo cugini ma ci siamo persi di vista.” (ride ndr )

Cosa ne pensa del ruolo  di paolo Maldini nel Milan ?

“Era quello che voleva fare da anni. per me Maldini è perfetto. Lui è bello, alto, sa giocare a pallone ed è stato un grande capitano ma soprattutto è una grande persona.”

Su  Daniel Maldini che mi dice ?

“Dopo aver  spaccato vasi e le luci a casa finalmente si sfoga in camp. I Maldini in casa giocano a calcio, con la palla piccola.   Paolo e i suoi figli giocano in soggiorno. Ogni tanto gioco anch’io con loro.Io però, mi limito a fare dei semplici passaggi.”

 

read more
Esclusiva ASNInterMilanPrimo Piano

Derby di Milano: Con Luis Suárez: “Il derby ti fa svegliare anche se non vuoi.”

Luis-Suarez

In esclusiva per allsoccernewsit.com il campione d’Europa  Luis Suárez Miramontes, detto Luisito. 

Che derby sarà?

“Il derby   è sempre bello,  anche quando le due squadre non giocavano   per grandi posizioni. Ora si giocano la Champions.    Sarà un bel derby combattuto.”

Potrebbe essere il derby del riscatto dell’Inter?

“Per i neroazzurri è un momento molto delicato, bisogna capire come reagiscono dopo la brutta sconfitta di Giovedì. Dove l’Inter  ha giocato molto male. Però il derby ti fa svegliare anche se non vuoi.” 

Cosa ne pensa della stagione del Milan?

“Per adesso è un bel momento. Ci sono i risultati, ma soprattutto ha trovato un grande centravanti che segna gol importanti. “

Chi perde il derby va fuori dalla lotta Champions?

“No, però  sarebbe  una lotta ancora più bella. Chi vince il derby sarà più avvantaggiato per arrivare alla coppa dei campioni. “

 

read more
LazioMilan

Coppa Italia: condizione e probabili formazioni di Lazio e Milan

20190226_044222

Con la Champions League in stand by e la 25^ di Serie A alle spalle, è tempo di Coppa Italia. Di fronte nella prima semifinale d’andata ci sono Lazio e Milan, vittoriose ai quarti rispettivamente con Inter e Samp.

LAZIO: per i biancocelesti, che non sono scesi in campo nel weekend, non è un buon momento, sia dal punto di vista fisico che mentale. Il primo dilemma infatti riguarda proprio l’aspetto psicologico, da valutare dopo l’eliminazione ai sedicesimi d’Europa League con il Siviglia. La squadra di Simone Inzaghi deve dimostrare infatti di saper e poter reagire ad un’eliminazione pesante ad opera sì di una grande squadra, ma comunque da considerarsi prematura visto il livello raggiunto lo scorso anno nella stessa competizione. Il secondo problema invece è sicuramente quello fisico. Se infatti Immobile e Milinkovic sembrano ormai rientrati, non si può dire lo stesso per l’intero reparto difensivo, dove Inzaghi ha a disposizione solo il leader della difesa a 3 Acerbi (possibile arretramento di Lucas Leiva dalla mediana). Dovrà infatti fare a meno certamente di Wallace e quasi sicuramente di Bastos e Luiz Felipe (in gruppo, ma difficilmente schierabili dal 1′). Sicuro indisponibile invece è Stefan Radu che inizierà a scontare le 4 giornate di squalifica rimediate proprio ai quarti contro l’Inter. Da valutare oltretutto le condizioni di Luis Alberto, Caicedo e Parolo che potrebbero anche essere presenti fin dall’inizio, ma che di sicuro non potranno essere al top visti i recenti infortuni. Fuori anche Lulic (a rischio derby) e Berisha.

Lazio, 3-5-1-1: Strakosha; Patric, Acerbi, Lucas Leiva; Marusic, Milinkovic-Savic, Parolo, Luis Alberto, Romulo; Correa; Immobile

MILAN: condizione completamente opposta rispetto a quella dei biancoelescti invece, per i rossoneri di Rino Gattuso. La squadra del tecnico calabrese, sta attraversando davvero un buon momento dopo gli ultimi risultati fra cui la vittoria di Bergamo contro l’Atalanta 1-3 e l’ultima sfida casalinga dominata e vinta 3 a 0 contro l’Empoli. Ovviamente il merito è di Gattuso che sembrerebbe aver trovato il modo di far rendere al meglio i suoi facendo coincidere spesso gioco e risultati. Alcuni dei punti di forza sono senza dubbio la difesa, che con un Romagnoli sempre più leader sembra sempre più solida, un ottimo Paquetà già nei meccanismi del tecnico ed il ritrovato Bakayoko, ma gran parte del merito non può non essere dato a Krzysztof Piatek. Sarà per la sua fame di gol o per il miglior gioco della squadra, l’attaccante polacco praticamente sempre a segno, sta attraversando davvero un gran bel momento risultando a tratti implacabile e trovandosi al secondo posto della classifica dei marcatori dietro soltanto di una rete a Cristiano Ronaldo (entrambi alla prima stagione in Serie A).

Milan, 4-3-3: Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Laxalt; Kessiè, Bakayoko, Paquetà; Suso, Piatek, Borini

La Lazio potrebbe oltretutto avere qualche motivazione in più rispetto ai rossoneri, visto che un’eventuale vittoria della Coppa Italia garantirebbe la partecipazione alla prossima Europa League, traguardo che il Milan a differenza della Lazio, dando un’occhiata alla classifica di Serie A, ha praticamente già raggiunto.

Stadio Oimpico di Roma, ore 21:00, diretta su Rai 1.

read more
Milan

Milan, la conferenza stampa di Gattuso

conferenza stampa Gattuso

La conferenza stampa di Gattuso, in vista del match di domenica 7 ottobre contro il Chievo, è fissata per la giornata di sabato alle ore 14:30. Il tecnico del Milan parlerà dunque ai media del prossimo impegno di campionato (qui le probabili formazioni della 8° giornata di Serie A). AllSoccerNews seguirà in diretta la conferenza stampa Gattuso oggi.

Conferenza stampa Gattuso oggi

Quali saranno le scelte del tecnico rossonero in vista della gara col Chievo? Scopriamole nelle parole di Gattuso in conferenza stampa:

Sulla gara col Chievo:
“Domani conta solo la vittoria e portare la gara a casa. Sulla carata sembra una partita facile ma non lo è, perchè il Chievo non sta attraversando un grande momento ma a livello tattico sanno stare in campo, sono pericolosi sui calci piazzati, dobbiamo sbagliare meno possibile”.

Su Calhanoglu:
“Con la Roma ha fatto una grande prestazione, dopo ci sta che un calciatore abbia delle difficoltà. Deve andare alla ricerca della precisione, non è una questione fisica. Con Empoli e Atalanta non era veloce per imbucare i compagni. Pensa troppo e non deve farlo, ha dieci gol nei piedi, perchè è uno che butta giù le porte. Ha avuto occasioni per farlo e deve stare tranquillo, ha vissuto dei momenti difficili a livello familiare, ma sente l’affetto del gruppo”.

Su Cutrone:
“Mi mette in difficoltà con le scelte, non mi diverto a mettere in panchina Cutrone. Riesce sempre a buttarla dentro e cambia le partite con l’entusiasmo e il dinamismo. Non sono fissato col 433, ma quando leggo le partite metto un altro attaccante dentro, so fare anche altri moduli ma dobbiamo farlo bene”.

Il mese della verità:
“Sono solo concentrato sul Chievo, poi penseremo alle altre partite. Bisogna preparala bene”.

Sulla gara di domani:
“Speriamo che ci sia gente, il problema non sono i tifosi perchè sono sempre stati presenti”.

Sui nuovi:
“Sono contento dei nuovi, bisogna aiutare Bakayoko perchè sta facendo fatica e bisogna dare qualcosa in più”.

Sulla crescita del Milan:
“Con l’Olympiacos non è stata una bella prestazione, però dobbiamo fare cosi, essere meno belli e vincere 4-5 partite di fila. E’ una squadra che gioca bene e sa palleggiare, la mia squadra si muove bene in campo. Quando vogliamo fare qualcosa di diverso è un problema”.

Sulla convocazione di Cutrone:
“Deve essere orgoglioso della chiamata dell’Italia, è un dato di fatto che non sta bene perchè la caviglia gli fa male. Sono orgoglioso della sua convocazione”.

Su Bakayoko:
“Le responsabilità sono mie perchè è da due mesi qui, a livello tattico non siamo entrati ancora in testa, dobbiamo essere bravi a fargli capire i movimenti, abbiamo il dovere di farlo migliorare perchè ha grandi qualità. Non è un problema di lingua ma le responsabilità sono mie perchè non stiamo tirando fuori le sue qualità”.

Su Rodriguez:
“Tante volte quando gli arrivano palle difficili le fa diventare semplici, perchè non va mai in ansia e ha una buona tecnica. Può spingere di più ma sono molto soddisfatto di come sta giocando, è un giocatore internazionale che riesce a fare tutte e due le fasi, ed è migliorato ancora di più a livello difensivo. L’anno scorso giocava con preoccupazione mentre ora lo vedo libero mentalmente”.

Sul salto di qualità:
“Ogni partita è una storia diversa. L’altro giorno siamo partiti bene poi la rete dell’Olympiacos ci ha tagliato le gambe. Poi abbiamo avuto la forza di reagire, c’è stato un grande cross di Rodriguez e Patrick ha pareggiato. In questi due mesi ci è mancato tutto questo”.

Su Ibrahimovic:
“Dovete parlare con Leonardo di Ibra. Non posso parlare di chi non fa parte della rosa. Lui è un leader e se non sei forte con lui mentalmente ti distrugge perchè vuole sempre vincere ed è esigente con i compagni. Non mi va di parlare perchè fa parte della mia squadra, poi se un giorno con la società parliamo di qualcosa vedremo. Al momento è aria fritta”.

Termina qui la conferenza stampa di Gattuso.

read more
Milan

Milan Olympiacos: probabili formazioni e dove vederla in tv e streaming

Quali saranno le probabili formazioni Milan Olympiacos? La squadra di Gattuso debutta davanti al proprio pubblico in Europa League dopo la vittoria non convincente della prima partita (1-0 il finale, ndr). I rossoneri troveranno davanti la formazione greca, cliente ostico ed abituato ai grandi palcoscenici europei e non dovrà prendere l’impegno sottogamba. Calcio d’inizio fissato per le ore 18:55 mentre l’altra gara del Gruppo F vedrà sfidarsi Betis Dudelange in terra spagnola. Non perdiamo altro tempo ed andiamo a vedere nel dettaglio quali saranno le probabili formazioni di Milan Olympiacos.

Probabili Formazioni Milan Olympiacos

Probabile turnover nel 4-3-3 di Gattuso nel giovedì europeo: con Reina, portiere di coppa, potrebbe trovare posto Caldara in difesa accanto all’imprescindibile Romagnoli, con Laxalt e Abate a presidiare le fasce. Centrocampo rivoluzionato con gli innesti di Bakayoko, Mauri e Bertolacci, mentre il tridente sarà composto dal rientrante Cutrone, con Borini e Castillejo sulle corsie esterne. Pochi cambi per Pedro Martins, che schiererà il consueto 4-2-3-1 con Giannotis tra i pali, Elabdellaoui, Meriah, Vukovic e Torosidis in difesa. Linea mediana composta da Bouchelakis e Camara, mentre alle spalle dell’unica punta Koka agirà il trio di trequartisti Pardo, Fortounis e Podence. Vediamo quindi le probabili formazioni di Milan Olympiacos:

Probabili formazioni Europa League Milan Olympiacos, giovedì 4 ottobre h. 18:55
MILAN (4-3-3): Reina; Abate, Caldara, Romagnoli, Laxalt; Bakayoko, Mauri, Bertolacci; Borini, Cutrone, Catillejo.
OLYMPIACOS (4-2-3-1): Giannotis; Elabdellaoui, Meriah, Vukovic, Torosidis; Bouchelakis, Camara; Pardo, Fortounis, Podence; Koka.

Milan Olympiacos dove vederla in tv e streaming

Dove vedere Milan Olympiacos in diretta tv? Brutte notizie per i tifosi rossoneri visto che la gara sarà trasmessa in esclusiva da Sky su Sky Sport 1 (canale 201) e su Sky Sport canale 252. La visione in streaming sarà, per gli abbonati, sull’app Sky Go che consente la visioni dei contenuti della tv di Murdoch su pc e dispositivi mobili.

read more
Europa League

Europa League review: il punto dopo la 1° giornata

europa-league

Dopo le emozioni della Champions League (qui il nostro report sulla prima giornata), è tempo di Europa League che come di consueto ci ha regalato esordi interessanti, goal e spettacolo.

Vincono in maniera abbastanza agevole le big, mentre le italiane, Lazio e Milan, pur senza convincere a pieno e con qualche brivido riescono a portare a casa la vittoria. Non perdiamo altro tempo ed andiamo a vedere nel dettaglio cosa è successo nella prima giornata della seconda competizione europea entrando nel dettaglio della nostra Europa League review.

Le italiane non tradiscono

L’esultanza di Ciro Immobile, ancora una volta decisivo.

Buone notizie per l’Italia che centra il 2 su 2 al debutto in Europa League. La Lazio, davanti al pubblico amico, batte 2-1 l’Apollon Limassol, rischiando fin troppo, specie nella ripresa. Apre le marcature Luis Alberto, ben imbeccato da Caicedo mentre nella ripresa è il neo entrato Immobile a firmare il 2-0 su calcio di rigore. Nel finale qualche patema di troppo per i biancocelesti che subiscono la rete degli ospiti siglata da Zelaya.

Il Pipita regala i 3 punti al Milan.

Bene, almeno nel risultato, anche il Milan che con gli esordienti del Dudelange si impone 1-0 grazie alla rete di Higuain, che sembra essersi definitivamente sbloccato. I rossoneri non brillano dal punto di vista del gioco contro la squadra lussemburghese ma riesce comunque ad imporsi senza patemi e, sfruttando il pareggio tra Olympiacos e Real Betis, si issa momentaneamente in vetta al proprio girone.

I risultati delle big: bene le inglesi, imbattute le spagnole

Parte bene l’avventura delle due squadre di Premier League. Successi facili, infatti, per l’Arsenal (4-2 agli esordienti del Vorskla Poltava) grazie alla doppietta di Aubameyang e i goal di Welbeck e Özil, e per il Chelsea di Sarri che batte di misura il PAOK grazie alla rete di Willian su assist di Ross Barkley.
Bene anche le tedesche che colgono 2 successi su 3. Grande vittoria in rimonta per il Bayer Leverkusen per 2 a 3 sul campo del Ludogorets, con uno strepitoso Kai Havertz (doppietta), talento cristallino classe 1999. Impresa anche dell’Eintracht Francoforte che vanno prima sotto con il Marsiglia grazie al goal di Ocampos, poi pareggiano con Torro e nel finale, nonostante l’inferiorità numerica (espulso Willems), si impongono nel finale con Jovic che regala un successo in trasferta davvero pesante in ottica passaggio del turno (si parla del girone della Lazio, ndr). Le squadre di Bundesliga non chiudono l’en-plein perché il Lipsia, nel “derby della Red Bull”, cede 3-2 al Salisburgo, nonostante la rimonta provvisoria da 0-2 a 2-2. Decisiva la rete firmata da Gulbrandsen al termine di un’azione da Play Station, che ha visto due colpi di tacco “scorpioni”.

Il Siviglia e quel feeling con l’Europa League.

Abbastanza bene anche l’andamento delle squadre della Liga spagnola. Il Siviglia passeggia contro lo Standard Liegi, vincendo per 5-1 grazie anche alla doppietta di uno scatenato Ben Yedder. Pareggi, invece, per Villarreal (2-2 con i Rangers di Steven Gerrard) ed il Betis, che impatta sullo 0-0 sul campo dell’Olympiacos.

I giocatori del Submarino Amarillo buttano letteralmente via il match andando per due volte avanti di una rete e facendosi recuperare entrambe le volte dagli scozzesi. Nonostante questo c’è un qualcosa di positivo in questa gara per gli spagnoli visto che, in occasione del momentaneo 2-1 firmato da Moreno, l’assist è stato firmato da Santi Cazorla, tornato in campo dopo un lungo periodo di stop nel quale ha vissuto un vero e proprio calvario nel quale lo spagnolo ha rischiato addirittura l’amputazione di un piede in seguito a numerose infezioni batteriche.

Delude lo Zenit di Claudio Marchisio che al debutto non va oltre l’1-1 sul campo del Copenaghen mentre ancor peggio va al Fenerbahce, uscito ai preliminari di Champions League, che crolla inesorabilmente (4-1 il risultato finale) e incredibilmente sul campo della Dinamo Zagabria. Vincono Besiktas, 3-1 al Sarpsborg (in rete anche Babel), Celtic (1-0 al Rosenborg grazie alla rete decisiva di Griffiths nel finale) e Sporting Lisbona (2-0 sul Qarabag).

Vetrina Europa League: nuovi gioielli crescono

L’Europa League è una vetrina davvero importante per i giovani calciatori che trovano, solitamente, maggior spazio rispetto al campionato. Da segnalare il classe 1998 Ismaila Sarr, a segno per il momentaneo 1-0 del Rennes in una partita finita poi 2-1 per i francesi contro lo Jablonec e Tsygankov, stellina ucraina classe 1997, che ha aperto le marcature in favore della sua Dynamo Kyev che chiuderà poi sul 2-2 in Ucraina contro i kazaki dell’Astana.

 

read more
MilanNewsPrimo PianoSerie A

Milan: accordo da quasi 7 milioni a stagione per Gazidis

Tottenham Hotspur v Arsenal – Premier League

Continuano le indiscrezioni riguardanti il neo amministratore delegato del Milan. Secondo quanto riportato dal Guardian infatti, Gazidis avrebbe raggiunto un accordo con il club di 6,75 milioni di euro a stagione e avrebbe deciso di lasciare l’Arsenal non solo per una questione economica, ma anche perchè ritiene che ci sia troppa distanza tra i Gunners e gli altri top club di Premier League.

read more
Milan

Milan, Caldara: “Domenica dobbiamo vincere noi”

caldara

Mattia Caldara, difensore del Milan, è stato intervistato dal canale tematico rossonero in vista della sfida contro la sua ex squadra. Ecco le sue dichiarazioni:“Giocare contro le squadre di Gasperini è complicato a livello fisico. Tira fuori il meglio dai suoi giocatori sotto questo aspetto. Dovremo correre molto, stare attenti alle loro palle in profondità, al loro schema di gioco. Dovremo farci trovare pronti perché giocheranno a viso aperto e proveranno a vincere. Fa piacere ritrovare l’Atalanta, ho condiviso con loro esperienze uniche. Ora è un’altra storia, domenica dobbiamo vincere noi perché vogliamo fare un grande campionato e vogliamo vincere tutte le partite”.   

read more
Esclusiva ASNMilanPrimo PianoRoma

Esclusiva ASN: Simplicio: “la serie A sarà un grande campionato

img_1972.jpg

In esclusiva per allsoccernews Fabio Simplicio ex Roma,Parma e Palermo.

Cosa ne pensa di questo campionato di serie A ?

“Penso che sarà un campionato bellissimo, pieno di emozioni. Spero che le persone andranno numerose allo stadio.”

Cosa ne pensa di Cristiano Ronaldo alla Juventus?

“Non so se lui farà bene come ha fatto in Spagna e Inghilterra. Anche se Lui in questo momento è il più forte del mondo.”

Che partita sarà Milan-Roma?

“Sarà una grande partita, stasera sarò davanti la tv per vedere la partita. ”

Il suo ricordo sulla sua avventura a Palermo?

“Bellissimo ricordo di Palermo. Giocare e segnare in goal contro il Catania nel derby è stata una grande emozione”

read more
MilanRomaSerie A

Milan-Roma, le formazioni ufficiali

download

Fischio d’inizio alle ore 20.30 Milan e Roma si sfideranno con le seguenti formazioni.

Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodríguez; Kessie, Biglia, Bonaventura; Suso, Higuaín, Çalhanoglu. All. Gattuso

Roma (3-4-3)): Olsen; Manolas, Fazio, Marcano; Karsdorp, De Rossi, Nzonzi, Kolarov; Schick, Dzeko, Pastore. All. Di Francesco.

read more
1 2 3 6
Page 1 of 6