close

Torino

Torino

Torino, la conferenza stampa di Mazzarri

conferenza stampa Mazzarri

La conferenza stampa di Mazzarri in vista della sfida contro il Frosinone di venerdì 5 ottobre è fissata per le ore 13:45. Il tecnico del Torino parlerà dunque dell’impegno che attenderà i suoi in questo turno di campionato (qui le probabili formazioni dell’8° giornata di Serie A). Ma non dilunghiamoci troppo andiamo a seguire la conferenza stampa Mazzarri oggi.

Conferenza stampa Mazzarri oggi

Quali saranno le scelte del  mister granata in vista del prossimo match contro il Frosinone? Andiamole a scoprire le parole di Mazzarri in conferenza stampa.

“Il Frosinone giocherà la partita della vita. Longo sta facendo comunque un buon lavoro. Ho visto l’ultima gara col Genoa, non meritavano di perdere, il portiere avversario ha fatto parate miracolose. A noi toccherà pensare alla nostra partita e a fare meglio. Abbiamo sbagliato i primi tempi, come contro Inter, Napoli e Chievo. I nostri giovani devono imparare che sono in club che vuole diventare importante e di conseguenza tutti e undici devono entrare in campo in un certo modo e mantenere quell’atteggiamento dal primo minuto. Vorrei che domani iniziassimo come abbiamo concluso a Verona nell’ultima mezz’ora. Se noi siamo quelli lì, il Frosinone farà fatica” .

Su Iago Falque:
“Se sarà titolare? Sapete tutti la stima che ho per lui. Sta rientrando e non vogliamo perderlo. Tra oggi e domani faremo le valutazioni su chi giocherà dall’inizio. Come sapete io ho chiesto l’introduzione del quarto cambio. A Verona, Falque e Zaza sono state sostituzioni tecniche, quella di Berenguer è stata forzata. Le partite si giocano in 14 e 14 sono titolarissimi. E’ la mentalità che voglio inculcare ai miei”.

Su Zaza e Belotti:
“Mi dispiace che alcuni giocatori siano arrivati qui il giorno prima della prima giornata. Vi avevo detto che avrebbero dovuto fare i test, in primis lo stesso Zaza. Serve gente che possa sostenere i ritmi del calcio moderno per novanta minuti. Qualsiasi giocatore della nostra rosa può essere sostituito da altri, magari con valori tecnici inferiori, ma che stiano bene”.

Sulla formazione:
“Zaza a Verona ha fatto mezz’ora alla grande. Se lo metto dal primo minuto, può darsi che faccia sessanta minuti alla grande. Però a me servono novanta minuti di qualità da parte di tutti per ottenere la vittoria. Quindi io valuto tutti sapendo che al 60esimo vorrei avere cambi in grado di fare quel che hanno fatto Falque e Zaza a Verona. Devo parlare ancora con qualcuno dei ragazzi e poi deciderò la formazione”.

Sulla gara col Frosinone:
“Domani sarà una battaglia. Vorrei che il nostro pubblico, caldo e meraviglioso come è stato fino a oggi, domani ci sostenga. E’ prevedibile che domani si possa faticare. Poche partite in questa serie A sono risolte subito, con risultati larghi. Dobbiamo superare questa prova di maturità: sono curioso di scoprire se i miei ragazzi vorranno la vittoria a tutti i costi”.

Su De Silvestri e Ansaldi:
“Lollo dovrebbe rientrare dopo la sosta ma andiamoci coi piedi di piombo. Su sette partite l’ho dovuto sostituire quattro volte. Io voglio cercare di evitare i cambi forzati durante le partite. Mi servono i cambi per le mie scelte. Deve guarire del tutto. Per Ansaldi, invece, ci vorrà ancora un po’”.

Termina qui la conferenza stampa di Mazzarri

 

read more
AtalantaSerie ATorino

Atalanta, altro stop con il Torino. Finisce 0-0

ata

Termina a reti inviolate la sifida dell’Atleti Azzurri. Mazzarri contiene la Dea

Un altro pareggio che smuove la classifica. L’Atalanta non riesce ad imbrigliare il Toro, ma di positivo rimane la prestazione da parte dei nerazzurri. Gasperini ritrova quegli equilibri smarriti nel primo tempo di San Siro, schierando i trascinatori di quella sfida. Il match vive solo delle fiammate dei padroni di casa, che fino al 90′ vengono bloccati dalla folta retroguardia granata, giunta a Bergamo con l’obiettivo di strappare un pareggio prezioso in chiave classifica. Alla fine il catenaccio di Mazzarri premia il Torino, che torna a casa con un pareggio giusto, e senza neanche troppi rimpianti.

PRIMO TEMPO – La Dea, come da copione, detiene le redini del gioco, ma Mazzarri riesce a limitare i danni con un catenaccio vecchio stampo. Gomez e compagni nel primo tempo cercano di indirizzare il match verso un esito positivo, ma i granata sono compatti e non permettono agli attaccanti di inserirsi come vogliono. I nerazzurri provano a sfruttare qualche varco lasciato dai centrocampisti avversari, ma Rigoni e Zapata vengono neutralizzati puntualmente prima di entrare in area avversaria. Uniche occasioni da evidenziare sono i due tiri degli argentini, finiti entrambi fuori misura.

SECONDO TEMPO – Nella seconda frazione Gasperini prova ad inserire Pasalic in un’insolita posizione di play al posto di Freuler e già che c’è butta nella mischia Ilicic per trovare quel guizzo che possa determinare il match. Il canovaccio non cambia. Sulle fasce Gosens e Hateboer faticano a trovare spazi e i pochi cross che giungono dal fondo vengono puntualmente respinti dall’arcigna difesa granata. Il Torino si difende  e parte in contropiede all’occorrenza, ma anche la retroguardia nerazzurra si mostra in serata, con Palomino e Masiello sempre sul pezzo quando si tratta di fermare il gallo Belotti. Nel finale la stanchezza inizia a farsi sentire soprattutto nelle fila nerazzurre, dove l’Atalanta lascia qualche corridoio per le ripartenze di Baselli e Rincon, ma i granata comunque non riescono a sfruttare queste poche ripartenze. Nel finale Mazzarri lancia Zaza, ma ormai a  tempo scaduto.

Finisce a reti inviolate il match dell’Atleti Azzurri, e con questo pareggio entrambe salgono a quota 6 punti in classifica. Per l’Atalanta è un ulteriore passo in avanti verso la guarigione post crisi Copenaghen, ma adesso a Firenze l’aspetta una Fiorentina in grande spolvero.  Per i granata, questo pareggio cambia poco o nulla a livello di obiettivi stagionali, ma Mazzarri adesso è obbligato moralmente a trovare i 3 punti a Verona contro il Chievo, per non ritrovarsi in acque mosse già ad ottobre.

read more
Probabili FormazioniSerie ASpalTorino

Torino-Spal: probabili formazioni

Torino-Spal-660×376

La terza giornta di Serie A vede il Torino impegnato in casa contro la Spal. I granata hanno voglia di conquistare quel posto in Europa che bramano da molti anni; dall’altra parte, i ferraresi vogliono impegnarsi fin da subito per conquistare la seconda salvezza consegutiva.

Il Torino però, non ha iniziato il campionato nel migliore dei modi. Ha infatti perso la prima contro la Roma, mentre a San Siro, è riuscito a conquistare un pareggio contro l’Inter. Nonostante i pochi punti, i ragazzi di Mazzarri sono decisi e motivati, dimostrando un ben gioco e tattiche precise.

La Spal ha stupito tutti col suo inizio di campionato, vincendo sia col Bologna che col Parma. Rispetto alla stagione passata, i ferraresi hanno acquisito esperienza in questa categoria e vogliono rimanerci il più a lungo possibile. Semplici allena una squadra che mira alla salvezza in primis, ma se continuano con questo ritrmo, potrebbero arrivare ben più in alto.

Si giocherà domenica 2 settembre allo Stadio Olimpico Grande Torino, con fischio d’inizio alle 20:30.

Le probabili formazioni:

Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, N’Koulou, Moretti; De Silvestri, Soriano, Rincon, Meité, Aina; Iago Falque, Belotti. Allenatore: Mazzarri.

Spal (3-5-2): Gomis; Cionek, Vicari, Felipe; Lazzari, Missiroli, Schiattarella, Kurtic, Fares; Antenucci, Petagna. Allenatore: Semplici.

read more
JuventusNapoliSerie ATorino

Napoli fine dei sogni, 2-2 al San Paolo scudetto Juve ad un passo

409B6618-CA1A-4F1D-AF1C-97B7448A6D34

Il Napoli con ogni probabilitá dice addio ai sogni scudetto. Dopo il successo interno della Juventus contro il Bologna gli uomini di Sarri non sono riusciti a rispondere ai bianconeri non andando oltre il 2-2 intenro contro il torino. Partita non emozionante il Napoli passa in vantaggio nel primo tempo con Meertens grazie ad una disattenzione difensiva Burdisso, ma gli uomini di Mazzarri trovano il pareggio con Baselli, ma gli azzurri si riportano in vantaggio con Hamsik ma nel finale De Silvestri pareggia e consegna un punto prezioso al club piemontese.

read more
JuventusTorino

Tim Cup: Derby della Mole alla Juve, gli uomini di Allegri trovano l’Atalanta in semifinale

55B87BEC-5FC7-434B-859C-24613FCB6755

La Juventus si aggiudica il derby della Mole battendo il Torino. Bianconeri partono subito con un Douglas Costa super che abilmente sfrutta un rimpallo al limite dell’area del Torino. Subito dopo i granata si rendono pericolosi con Niang che colpisce il palo spaventando gli uomini di Allegri. I bianconeri chiudono i conti grazie ad una rete di Mario Mandzukic. Ora i bianconeri si troveranno l’Atalanta di Gasperini che ieri ha eliminato il Napoli.

read more
AtalantaNewsPrimo PianoSenza categoriaTorino

La Dea non vince, ma convince. Ilicic trascina i suoi al pareggio nel secondo tempo

torata 1

Nell’anticipo del sabato sera tra Torino e Atalanta, a farlo da padrone è stato il pareggio. Continua la maledizione in trasferta per la squadra orobica ( ultima vittoria in trasferta risale addirittura al 21 maggio 2017 contro l’Empoli), ma la prestazione dell’Olimpico darà ancora più fiducia ai ragazzi di Gasperini in vista della partitissima di coppa con il Lione ( giovedì sera ore 19). Sono proprio gli ospiti a partire bene nel primo tempo, con Kurtic protagonista in fase offensiva soprattutto di testa, ma Sirigu è sempre attento. Il Toro al 15′ perde Ansaldi per infortunio (al suo posto Barreca), ma Mihajlovic si affida alle fiammate di Ljajic, nettamente il migliore nel primo tempo: al 24′ prova ad impensierire Berisha su punizione, per poi ripetersi al 35′ in area quando si mette in proprio e riesce ad evitare la difesa nerazzurra in un fazzoletto di carta, costringendo il portiere albanese ad una grande parata sul suo palo. A sbloccarla però ci pensa il meno atteso. Allo scadere del primo tempo, N’Koulou porta in vantaggio i padroni di casa con un colpo di testa su corner di Ljajic ( Berisha non benissimo in questo caso). Nel secondo tempo Gasperini toglie Kurtic e inserisce l’altro sloveno Ilicic, e da qui si assisterà ad un’altra partita. Lo sloveno si rivelerà il vero protagonista di serata, siglando dopo neanche 8 minuti il gol del pareggio sul magnifico assist d’esterno di Petagna, insaccando la palla alle spalle di Sirigu. Al 69′ si ripete il duetto Petagna-Ilicic, con l’attaccante triestino bravo a servire con un delizioso cross in area, ma lo sloveno non ci arriva per un soffio. Il Torino è in ambasce e non riesce a contrastare la dinamicità dei giocatori nerazzurri, completamente rinvigoriti dall’ingresso in campo di Ilicic. Al 71′ Gasperini toglie quasi a sorpresa Petagna ( uno dei migliori in campo nel secondo tempo) e inserisce il danese Cornelius per avere più fisicità in area avversaria. Nell’ultimo quarto d’ora l’Atalanta cerca nuovamente di alzare i ritmi, ma la stanchezza porta ad una imprecisione nei passaggi, allungando notevolmente le due squadre. Al 76′ Ci prova anche Belotti ad impensierire Berisha con un tiro da fuori rasoterra, di poco a lato. Dall’altra parte un travolgente Ilicic serve in profondità uno splendido assist per Gomez, ma è provvidenziale l’anticipo di De Silvestri sull’argentino. L’ultimo brivido lo regala ancora l’argentino quando in zona Cesarini su lancio in profondità viene atterrato in area di Sirigu, ma ci pensa il Var a fugare ogni dubbio di probabile rigore, segnalando la precedente posizione di fuorigioco del numero 10. All’Olimpico finisce in pareggio. Entrambe le squadre salgono a quota 20 in classifica,con Mihajlovic che ottiene il quarto pareggio di fila. Resta calda la panchina del serbo.

read more
AtalantaNewsSerie ATorino

Torino-Atalanta, Gasperini:” Primo tempo orribile, nel secondo siamo stati superiori. Ilicic ha talento, ma…”

gasp1

L’allenatore dell’Atalanta, Gasperini ha dichiarato a Sky dopo il pareggio nell’anticipo di campionato a Torino: “Dopo un primo tempo orribile in cui abbiamo sbagliato un numero impressionante di passaggi su un campo ghiacciato, nella ripresa siamo stati nettamente superiori, ma non siamo riusciti a vincere. Ilicic ha talento, quando è in condizione è devastante, altrimenti va in difficoltà. Non ha vie di mezzo, va gestito. Sto cercando di dargli più continuità, ma può essere una carta decisiva anche dalla panchina. Petagna? Non l’ho sostituito per demerito, ha giocato una buonissima gara, ma perché mi serviva un attaccante più fresco come Cornelius“.

read more
AtalantaNewsPrimo PianoProbabili FormazioniSerie ATorino

Torino- Atalanta, ecco i convocati di Gasperini

torata

Ecco i convocati dell’Atalanta per la trasferta contro il Torino: c’è Spinazzola, non de Roon.

Portieri: Berisha, Gollini, Rossi.

Difensori: Caldara, Castagne, Hateboer, Mancini, Masiello, Palomino, Toloi.

Centrocampisti: Cristante, Freuler, Gosens, Kurtic, Spinazzola, Haas, Schmidt.

Attaccanti: Cornelius, Gomez, Ilicic, Orsolini, Petagna, Vido.

read more
AtalantaNewsPrimo PianoProbabile FormazioneSerie ATorino

Torino-Atalanta, le probabili formazioni

torata

Torino-Atalanta sarà l’anticipo del sabato della 15esima giornata di campionato. Dopo la faticosa vittoria in casa contro il Benevento, adesso la Dea sarà costretta a cercare punti nelle due trasferte consecutive con Torino e Genoa, con l’intermezzo dell’affascinante sfida di coppa con il Lione. Con il Torino sarà una sfida importante in chiave Europa, con entrambe le compagini decise a vincere questo primo scontro diretto. In casa granata Mihajlovic, dopo l’ampio turnover fatto in Coppa Italia con il Carpi, domani sera schiererà la formazione titolare. Dubbio in difesa tra Burdisso e Lyanco. A centrocampo Obi preferito ad Acquah. In attacco confermato il “gallo” Belotti, affiancato da Ljajic e Iago Falque, favorito sull’acciaccato Niang. In casa nerazzurra Gasperini perde De Roon per un affaticamento muscolare. Al suo posto tornerà Cristante, reduce dall’insolita posizione di trequartista con il Benevento. Gasperini recupera Toloi dall’influenza e dovrebbe partire dal 1′ assieme a Caldara e Masiello. Torna a disposizione anche Leonardo Spinazzola: le sue condizioni sono da valutare, ma dovrebbe spuntarla su Castagne. In attacco ritornano dal primo minuto Petagna e Ilicic.

TORINO ( 4-3-3): Sirigu; De Silvestri, N’koulou, Burdisso, Ansaldi; Baselli, Rincon, Obi; Ljajic, Belotti, Iago Falque.            All. Mihajlovic

ATALANTA ( 3-4-2-1): Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Hateboer, Cristante, Freuler, Spinazzola; Ilicic, Petagna, Gomez.     All. Gasperini

read more
1 2
Page 1 of 2