close

Live

LivePrimo PianoProbabile FormazioneRomaSerie AUdinese

ROMA – UDINESE 3-1 FINALE

img_0206.jpg

ROMA (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Nainggolan, De Rossi, Strootman; Perotti, Dzeko, El Shaarawy. All. Di Francesco.

UDINESE (4-4-2): Bizzarri; Larsen, Angella, Nuytinck, Samir; De Paul, Barak, Behrami, Jankto; Maxi Lopez, Lasagna. All. Del Neri.

Fine primo tempo: 3-0 

Marcatori: E. Dzeko 12′ ; 30′ El Shaarawy ; 45′ El Shaarawy; 91′ Larsen. 

A fine primo tempo dominio assoluto della Roma. Udinese al tappeto, che non è completamente scesa in campo in questo primo tempo. 

Iniziata la ripresa: Roma – Udinese 3-1 FINALE. 

Cambio nell’udinese al 45′ fuori Lasagna, dentro Pezzella. 

Altro cambio nell’udinese al 51′ fuori Barak, dentro Fofana. 

Cambio anche nelle file della Roma al 71′ fuori Dzeko, dentro Defrel 

Terzo ed ultimo cambio nell’udinese al 73′ fuori De Paul, dentro Bajic 

Secondo cambio nelle file della Roma al 74′ fuori Kolarov, dentro Moreno

Ultimo cambio per la Roma al 78′ fuori Florenzi, dentro B. Perez

All’89’ rigore sbagliato dalla Roma. Sul dischetto Diego Perotti. 

Normale amministrazione per quanto riguarda la Roma, che batte una pessima Udinese nel primo tempo. Nella ripresa qualcosa si è visto, lo testimonia anche il goal fatto dall’udinese con una bella azione, ma c’è tanto da lavorare per Delneri che è a rischio esonero. Per la Roma da segnalare un rigore sbagliato da Perotti. Si incomincia a vedere il gioco di Di Francesco. 

read more
BeneventoLivePrimo PianoProbabile FormazioneRomaSerie A

Benevento-Roma 0-4 FINALE

img_0124.jpg

Benevento (4-3-3): Belec; Letizia, Venuti, Lucioni, Di Chiara; Memushaj, Chisbah, Cataldi, Lazaar; Coda, Puscas. Allenatore: Baroni

Roma (4-3-3): Alisson; Florenzi, Fazio, Juan Jesus, Kolarov; Pellegrini, Gonalons, Strootman; Under, Dzeko, Perotti. Allenatore: Di Francesco

Risultato finale: 0-4 

22′ E. Dzeko; 35′ (autogol) Lucioni; 52′ Dzeko; 72′ (Autogol) L. Venuti.

read more
BolognaInterLiveNewsPrimo PianoSerie A

Bologna-Inter 1-1 finale! Un grande Bologna ferma l’Inter di Spalletti.

img_0111.jpg

Fermata l’inter sul risultato di 1-1, ma torna da Bologna con un punto comunque d’oro vista la prestazione del primo tempo disastrosa. Dopo quattro vittorie consecutive, la banda di Spalletti conferma i limiti emersi sabato col Crotone ma si salva per ché riesce ad andare all’intervallo sotto solo di un gol (prodezza di Verdi) e nel finale sfrutta un’ingenuità di Mbaye su Eder che porta al rigore dell’1-1 di un Icardi che non si è mai praticamente visto in campo. L’Inter resta per un giorno ancora prima (domani Juve e Napoli avranno però l’occasione di staccare i nerazzurri) e anche al Milan di agganciarla in classifica se batterà la Spal. Da rivedere l’Inter, tutta l’Inter che già contro la Spal e a Crotone non meritava assolutamente di vincere, servirà un bell’esame di coscienza, perchè giocando così non si va lontano.

read more
AtalantaCrotoneLiveNewsPrimo PianoSerie AUltim'Ora

Atalanta-Crotone, Gasperini:” Partita da non sbagliare. Gomez? Gioca chi recupera più velocemente”

gian-piero-gasperini-atalanta-coach-serie-a_vj7pnk05evsl15u9c28vzsqux

Gian Piero Gasperini, tecnico dell’Atalanta, considera fondamentale vincere contro il Crotone domani sera in casa: «Trecento partite in Serie A domani? Preferisco non pensarci, ma è giusto festeggiare. Un motivo in più per vincere. Dobbiamo buttarci sul campionato, prendere il Crotone per le corna e andare con grande determinazione, per garantirci la possibilità di migliorare la classifica e dare possibilità al campionato. È una partita da non sbagliare».

CROTONE– «Eravamo in difficoltà già l’anno scorso contro di loro, è una squadra che si schiera bene in campo e nel finale dello scorso anno ha fatto un finale eclatante per cui dobbiamo giocarlo molto bene per vincere. Mi aspetto una squadra coperta, chiusa che però risale. Dovremo interpretarla bene con grande determinazione e concentrazione, grande furore e grande spirito. Sono quelle gare che ti mettono nella condizione di fare il tuo campionato, va interpretata come una partita determinante».

INDISPONIBILI– «Stiamo recuperando Spinazzola, Gosens e Cornelius. Vediamo oggi che sarà l’unico allenamento settimanale ma in campo ci sono tutti, Cornelius e Gosens hanno recuperato».

TURNOVER– «Vediamo se giocherà da subito Gomez o no, non faccio una rotazione programmata a minuti, chi recupera invece può giocare anche cinque partite di fila, è un giochino che dobbiamo cercare di azzeccare, va molto anche a sensazioni. de Roon il più abituato mentalmente a giocare tre partite di fila visto che arriva dal campionato inglese. Chi sta meglio scenderà in campo, tengo un numero allargato di titolari. Poi c’è un altro gruppo che sto cercando di far crescere come Orsolini e Vido. Orsolini? Scatenato e anche molto simpatico, si impegna tanto, bene così. Tutti possono avere l’opportunità e l’interesse, se giochiamo bene siamo anche più contento. Dobbiamo andare a giocare in 22. Gollini è un ragazzo che lavora ed è importante nel gruppo. Domani però giocherà Berisha».

CLASSIFICA– «Contano i punti, non sono così sicuro che arriveremo tra i primi nove. Dobbiamo giocare ancora gente piste, sicuramente abbiamo selle qualità e qualcosa da migliorare. Devo verificare giocando prima di fare un resoconto. Purtroppo prendiamo sempre gol, anche grazie a prodezze particolari dell’avversario. Questo è un altro campionato, dobbiamo ancora inquadrarlo. Dobbiamo essere efficaci. Per me incontrare il Crotone è sempre motivo di soddisfazione, soprattutto incontrarlo in Serie A, rivede persone a cui sono molto legato».

VAR- «Ci vuole un po’ di rodaggio per il VAR, in alcune cose toglie errori ma anche l’entusiasmo che non va tolto. Non deve essere un tribunale, è un gioco. Non toglierei troppo all’arbitro, se no la discrezionalità va dietro. E quando c’è discrezionalità nasce comunque la polemica»

read more
JuventusLiveNewsSerie AUltim'Ora

Notizia schock: Andrea Agnelli accusato dalla procura per…

L’impatto economico dello sport in Italia

Il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, è accusato di presunta violazione dell’articolo 1bis, che tratta della lealtà sportiva e dell’articolo 12, che tratta i rapporti con i tifosi.

Secondo la procura infatti, il presidente juventino avrebbe avuto stretti contatti con molti tifosi legati a gruppi mafiosi e, sono stati chiesti 2 anni di inibizione più 50 mila euro multa e se sarà condannato non potrà rappresentare più i bianconeri.

Inoltre, come se non bastasse, la Vecchia Signora si troverebbe costretta a giocare due partite casalinghe a porte chiuse, pagando anche una multa di 300 mila euro.

read more
AtalantaChievo VeronaEditorialeLiveSerie AUltim'Ora

Chievo-Atalanta 1-1. Al gol di Bastien risponde su rigore Gomez. Var protagonista .

chievo-atalanta-1-a-1-protagonista-la-varal-gol-di-bastien-risponde-il-pap_eb91d704-9bd1-11e7-9649-de16fb7617a5_700_455_big_story_linked_ima

Il posticipo del Bentegodi tra Chievo e Atalanta non va oltre l’1-1. La squadra di Gasperini, dopo la splendida vittoria in EL contro l’Everton, doveva dimostrare a se stessa e ai suoi tifosi di poter portare avanti in modo dignitoso la stagione, tra EL, campionato e Coppa Italia. Il Chievo, dopo le brutte batoste incassate contro Lazio e Juve, doveva tornare a fare punti per costruirsi la salvezza. Ad iniziare in modo più convincente sono i padroni di casa con Masiello che mura un tiro di Inglese dentro l’area e poi con Hetemaj che chiude l’azione con un colpo di testa sopra la traversa. Dopo qualche minuto di studio da parte di entrambe le squadre, anche gli ospiti provano a farsi vedere dalle parti di Sorrentino al 5′ minuto con la Ilicic che dentro l’are di rigore viene atterrato, ma dopo il richiamo del Var l’arbitro annulla il rigore precedentemente dato. Non sarà l’unica volta che il Var verrà chiamato in causa. Gli ospiti portano il match ai loro ritmi, ma la difesa del Chievo riesce a mantenere l’equilibrio tattico. Al 10′ Castagne dalla sinistra trova Kurtic da solo ma lo sloveno spreca tirando alto sopra la traversa. Al 20′ Kurtic cerca l’imbucata per Petagna ma questa volta Castro intercetta spazza la palla. Al 29′ il Var è ancora protagonista: De Roon da fuori impensierisce sorrentino che respinge in area. Ilicic di destro piazza nell’angolino. Mariani inizialmente convalida, ma poi il Var segnala la posizione di fuorigioco al momento del tapin dello sloveno, annullando di fatto il gol. Nel secondo tempo i clivensi provano a prendere alla sprovvista gli orobici al 49′ con Inglese, ma il tiro è alto. Al 52′ entra Gomez per Petagna, ma a passare in vantaggio sono i padroni di casa: Inglese in area appoggia per la corrente Bastien che con un destro tagliente insacca nell’angolo opposto a Gollini. L’Atalanta non ci sta e prova a dare subito segni di vita al 58′ con Kurtic, ma Sorrentino è prodigioso sulla respinta ravvicinata. Gasperini vuole il pareggio, e per questo butta nella mischia Cristante e Orsolini, schierandone 5 in attacco.  Ad andare vicino al gol del raddoppio è ancora Inglese che all’80’ prova con il destro, ma Gollini blocca a terra. Negli ultimi 15 minuti la Dea prova l’arrembaggio, con Masiello  che prova con un tiro al volo, ma Depaoli mura la conclusione, spazzando via il pallone. al 84′ arriva l’episodio chiave: Orsolini viene atterrato in area da Tomovic. L’arbitro inizialmente non vede il contatto, ma il Var chiarisce tutto. Rigore per l’Atalanta che Papu Gomez trasforma. Negli ultimi minuti gli uomini di Gasperini tentano l’assedio finale per portare a casa tre punti insperati, ma è tardi e al Bentegodi finisce 1-1.

read more
AtalantaChievo VeronaLiveNewsPrimo PianoProbabili FormazioniSerie AUltim'Ora

Chievo-Atalanta, le formazioni ufficiali

chievo-atalanta-streaming

Ecco le formazioni ufficiali di Chievo Atalanta:

Chievo(4-3-2-1): Sorrentino;Cacciatore, Cesar, Tomovic, Gobbi; Castro, Radovanovic, Hetemaj; Birsa, Inglese, Bastien     All. Maran

Atalanta ( 3-4-2-1): Berisha; Palomino, Masiello, Caldara; Hateboer, Freuler, De Roon, Castagne; Ilicic, Kurtic, Petagna.    All Gasperini

read more
CrotoneInterLiveNewsPrimo PianoProbabile FormazioneSerie A

CROTONE-INTER FINALE 0-2

img_0057-3.jpg

Crotone (4-4-2) – Cordaz; Sampirisi, Ajeti, Martella, Ceccherini; Rohden, Barberis, Mandragora, Stoian; Budimir, Tonev. A disp. Festa, Viscovo, Aristoteles, Kragls, Izco, Pavlovic, Trotta, Tumminello, Simic, Faraoni, Cabrera, Crociata.

Inter (4-2-3-1) – Handanovic; Dalbert, Miranda, Skriniar, D’Ambrosio; Gagliardini, Borja Valero; Perisic, Joao Mario, Candreva; Icardi. A disp. Padelli, Berni, Vecino, Ranocchia, Karamoh, Eder, Nagatomo, Vanheusden, Brozovic, Pinamonti.

Crotone-Inter 0-2 FINALE.

Marcatore: 82′ Skriniar ; 93′ Perisic. 

read more