close

Primo Piano

JuventusPrimo PianoSenza categoriaSerie A

Una super Juve stende il Torino con un poker

IMG_0363

Tutto facile per la Juventus che risponde al Napoli vittorioso a Ferrara contro la Spal nel pomeriggio grazie ad un poker infilato al Torino. Bianconeri padroni del campo fin dall’inizio e si portano in vantaggio al 16′ , poco dopo il vantaggio dei padroni di casa il Torino rimane in dieci a causa di un ingenuità di Benassi e da li per la squadra di Allegri la partita si fa in discesa e Pjanic raddoppia nel finale di primo tempo. Nel secondo tempo partita di controllo per bianconeri che segnano al 57 con Alex Sandro e nel finale con un altra perla firmata da Paulo Dybala. Bianconeri primi in classifica a punteggio pieno insieme al Napoli.

read more
LivePrimo PianoProbabile FormazioneRomaSerie AUdinese

ROMA – UDINESE 3-1 FINALE

img_0206.jpg

ROMA (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Nainggolan, De Rossi, Strootman; Perotti, Dzeko, El Shaarawy. All. Di Francesco.

UDINESE (4-4-2): Bizzarri; Larsen, Angella, Nuytinck, Samir; De Paul, Barak, Behrami, Jankto; Maxi Lopez, Lasagna. All. Del Neri.

Fine primo tempo: 3-0 

Marcatori: E. Dzeko 12′ ; 30′ El Shaarawy ; 45′ El Shaarawy; 91′ Larsen. 

A fine primo tempo dominio assoluto della Roma. Udinese al tappeto, che non è completamente scesa in campo in questo primo tempo. 

Iniziata la ripresa: Roma – Udinese 3-1 FINALE. 

Cambio nell’udinese al 45′ fuori Lasagna, dentro Pezzella. 

Altro cambio nell’udinese al 51′ fuori Barak, dentro Fofana. 

Cambio anche nelle file della Roma al 71′ fuori Dzeko, dentro Defrel 

Terzo ed ultimo cambio nell’udinese al 73′ fuori De Paul, dentro Bajic 

Secondo cambio nelle file della Roma al 74′ fuori Kolarov, dentro Moreno

Ultimo cambio per la Roma al 78′ fuori Florenzi, dentro B. Perez

All’89’ rigore sbagliato dalla Roma. Sul dischetto Diego Perotti. 

Normale amministrazione per quanto riguarda la Roma, che batte una pessima Udinese nel primo tempo. Nella ripresa qualcosa si è visto, lo testimonia anche il goal fatto dall’udinese con una bella azione, ma c’è tanto da lavorare per Delneri che è a rischio esonero. Per la Roma da segnalare un rigore sbagliato da Perotti. Si incomincia a vedere il gioco di Di Francesco. 

read more
AtalantaFiorentinaNewsPrimo PianoProbabili FormazioniSerie AUltim'Ora

Fiorentina-Atalanta, le probabili formazioni

Fiorentina-Atalanta

Dopo lo show dell’Atleti azzurri con il Crotone, la Dea ora affronterà un trittico di fuoco. Primo ostacolo la Fiorentina, una delle bestie nere degli orobici. La squadra di Pioli arriva dalla sconfitta di misura con la Juventus, dimostrando di poter mettere in difficoltà le grandi.  L’Atalanta però non è da meno, e il i 5 gol con il Crotone sono la prova che il match del Franchi di certo non annoierà. In casa Viola, Pioli perde Badelj per squalifica, al suo posto ci sarà Sanchez accanto a Veretout. In attacco confermati là davanti Thereau, Chiesa e Simeone. Ballottaggio Gil Dias/ Benassi per una maglia da titolare. In casa nerazzurra Gasperini potrebbe attuare un mini turnover in vista della sfida di Lione in EL. Masiello riposa e al suo posto torna in difesa Palomino. A centrocampo anche Freuler dovrebbe essere risparmiato, con De Roon che prenderà il suo posto accanto a Cristante. Torna tra i disponibili anche Leonardo Spinazzola, ma l’esterno dovrebbe comunque partire dalla panchina. In attacco confermati i mattatori della sfida coi calabresi Gomez e Ilicic. Ballottaggio Petagna/ Cornelius, ma l’attaccante triestino rimane nettamente favorito per una maglia da titolare.

FIORENTINA (4-2-3-1) Sportiello; Gaspar, Pezzella, Astori, Biraghi; Veretout, Sanchez; Gil Dias, Thereau, Chiesa; Simeone.  All. Pioli

ATALANTA ( 3-4-2-1) Berisha; Palomino, Caldara, Toloi; Hateboer, Cristante, De Roon, Gosens; Ilicic, Gomez, Petagna.      All. Gasperini

read more
AtalantaNewsPrimo PianoSerie A

Atalanta, Petagna:” Gol? Io sono sempre lo stesso. Dobbiamo stare sul pezzo. Cristante? Un animale”

17.0.297353627-kctF-U4324047008331IF-1224×916@Corriere-Web-Bergamo-593×443

Con due reti nelle ultime tre partite, unite alle solite prestazioni di sacrificio, Andrea Petagna è tornato a essere un punto fermo dell’Atalanta. Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, l’attaccante classe ’95 ha parlato della sua astinenza dal gol: “Queste cose riguardano tanto voi giornalisti, voi insistete con questa storia dei gol. Ma le critiche mi scivolano addosso. Io sono sempre lo stesso e Gasperini è contento così: vuole grinta, assist, impegno. Mi chiede, insieme al vice Gritti, di attaccare il primo palo, è un tasto su cui insiste tanto perché noi curiamo davvero tutti i minimi dettagli, lavoriamo bene. E lui mi dà fiducia. Certo, il tecnico mi aiuta molto e mi parla tanto e giocare con due campioni come Gomez e Ilicic rende le cose più facili. Ma il mio motto è cercare di migliorarmi sempre e per arrivare a questo devo lavorare, lavorare, lavorare“.

ENTUSIASMO ATALANTA – Io penso che il calcio sia un gioco di squadra e aiuto la squadra, questo è il mio compito. Siamo forti e l’Europa ci ha dato una spinta in più, entusiasmo, perché per tanti è la prima volta. Io adesso sto bene fisicamente, cerco di dare sempre il cento per cento. E poi giocare è bello, è il miglior allenamento che ci possa essere. Siamo un bel gruppo davvero e non mi stanco di ripeterlo, teniamo a tutto e facciamo un passo alla volta. Abbiamo tre partite difficili, a cominciare dalla prima trasferta di domenica. Ma dobbiamo stare sul pezzo, è quello che ci chiede in continuazione l’allenatore. L’ottima gara giocata col Crotone ci conforta, stiamo giocando un bel calcio“.

ANIMALE CRISTANTE – Un commento, poi, su un compagno di squadra con cui Petagna è cresciuto, Cristante: “Bryan è un animale. È forte, sa giocare a calcio e recupera tanti palloni; sembra quello promettente dei tempi del Milan, ma con una maggiore esperienza dopo la parentesi al Benfica. Un calciatore ritrovato“.

read more
AtalantaNewsPrimo PianoSerie A

Atalanta-Crotone, Gasperini:” Reparto offensivo importante. Spinazzola? Mentalmente è pronto”

gian-piero-gasperini-573671.660×368

Gian Piero Gasperini, tecnico dell’Atalanta, non può che dirsi soddisfatto del risultato straripante dei suoi contro il Crotone: “Credo ci sia stato molto merito nostro, per loro non era la miglior partita ma noi abbiamo fatto molto bene. Petagna, Gomez e Ilicic lì davanti hanno fatto un reparto importante poi gli altri li hanno aiutati. Abbiamo preso un gol per eccesso di andare avanti. L’alternativa era non muoversi invece abbiamo preferito continuare a giocare e impostare gli inserimenti e far divertire il pubblico con qualità e le tante opportunità”.

ILICIC E GLI ALTRI- “Ilicic potrebbe avere già 4 o 5 gol al suo attivo. Io voglio che vada avanti e attacchi in area sia come gol che come assist. Anche Petagna ci era andato vicino e anche da lui mi aspetto assist e gol. Fino adesso non siamo calati mai e la prestazione non è mai mancata. Io sto cercando di tenere dentro più giocatori possibili e voglio premiarli perché sono giocatori capaci. Il Papu aspettavo facesse due gol e così è uscito più contento. Vido, Orsolini e Bastoni si sono conquistati il loro spazio”.

PUBBLICO- Intorno a noi c’è un clima fantastico ma so che non sarà sempre accompagnato dai risultati ma la gente si riconosce in questa squadra ed è molto stimolante avere attorno un ambiente che aiuta”.

GOSENS E SPINAZZOLA- “Gosens? Nell’intervallo accusava un po’ di fastidio ma poi l’abbiamo tenuto dentro e ha fatto bene. C’è sempre un po’ di timore di farsi male quindi stiamo attenti. Spinazzola? Non abbiamo fretta ma da domani dovrebbe spingere di più e mentalmente è pronto. Rispetto allo scorso anno abbiamo un gruppo più consolidato e sotto l’aspetto della prestazione siamo più avanti. Abbiamo migliorato la classifica”.

read more
BeneventoLivePrimo PianoProbabile FormazioneRomaSerie A

Benevento-Roma 0-4 FINALE

img_0124.jpg

Benevento (4-3-3): Belec; Letizia, Venuti, Lucioni, Di Chiara; Memushaj, Chisbah, Cataldi, Lazaar; Coda, Puscas. Allenatore: Baroni

Roma (4-3-3): Alisson; Florenzi, Fazio, Juan Jesus, Kolarov; Pellegrini, Gonalons, Strootman; Under, Dzeko, Perotti. Allenatore: Di Francesco

Risultato finale: 0-4 

22′ E. Dzeko; 35′ (autogol) Lucioni; 52′ Dzeko; 72′ (Autogol) L. Venuti.

read more
1 2 3 4
Page 1 of 4