close

Ultim'Ora

InterUltim'Ora

Clamoroso Inter! Icardi non sarà più il capitano

20190213_134544

“Il Club comunica che il nuovo capitano della squadra è Samir Handanovic“. Con questo comunicato ufficiale la società nerazzurra lascia pochi dubbi a riguardo. Mauro Icardi non sarà più il capitano dell’Inter. Decisione forte, quasi una presa di posizione di Marotta e soci, alla vigilia della sfida di Europa League.

Solo un semplice cambio di rotta all’interno dello spogliatoio, o una forte reazione verso uno degli attaccanti più forti al mondo, ma che ogni anno con l’agente/moglie Wanda Nara batte cassa e chiede un adeguamento sul contratto, facendo partire un vero e proprio caso rinnovo?

Ancora da decifrare infatti la scelta dei nerazzurri, ma in attesa di avere il quadro più chiaro, di certo c’è che Mauro Icardi non sarà più il capitano dell’Inter.

read more
GenoaNewsPrimo PianoSenza categoriaUltim'Ora

ULTIM’ORA: Genoa, il tecnico Juric è stato esonerato. Al suo posto Cesare Prandelli.

genoa
L’eliminazione contro l’Entella costa carissima a Ivan Juric: il Genoa ha deciso di esonerarlo . Al suo posto è pronto Cesare Prandelli.

La sconfitta e l’eliminazione rimediate contro l’Entella in Coppa Italia costano il posto a Ivan Juric, che lascia il Genoa dopo appena due mesi: come rivela ‘Sky Sport’, il presidente Preziosi ha deciso di esonerare il tecnico e ha scelto per il suo posto l’ex ct della Nazionale italiana Cesare Prandelli.

read more
Champions LeagueJuventusNewsUltim'Ora

Champions League, Juventus: 1 giornata di squalifica per Cristiano Ronaldo

Cristiano-Ronaldo-1518972

L’espulsione, molto discussa ed alquanto dubbia, rimediata da Cristiano Ronaldo nella gara di Valencia, costerà al portoghese una sola giornata di squalifica. CR7 dovrà dunque saltare il match di Torino contro gli svizzeri dello Young Boys, ma sarà a disposizione per la sfida di Manchester contro lo United di José Mourinho, forse la più importante e difficile del girone bianconero.

La Juventus non farà ricorso, visto che sarebbe stato possibile solo in caso di errore tecnico dell’arbitro sul proprio referto.

read more
Serie B

Ascoli, frattura di radio e ulna per Ardemagni: il comunicato

Brutte notizie per l’Ascoli e per Matteo Ardemagni. L’attaccante classe ’87, infortunatosi ieri sera durante il match contro la Salernitana, ha subito la frattura scomposta di radio e ulna dell’avambraccio sinistro. Il calciatore dovrà sottoporsi ad intervento chirurgico presso la clinica Concordia di Roma. Ecco la nota del club in merito:

“Matteo Ardemagni, nel corso della partita di Campionato Salernitana-Ascoli disputata ieri sera all’Arechi di Salerno, ha avuto la peggio in un contrasto di gioco riportando la frattura scomposta di radio e ulna dell’avambraccio sinistro. Il calciatore, dopo una parziale e pronta ricomposizione della frattura, è stato trasferito presso la clinica Concordia di Roma dove il Prof. Giovanni Di Giacomo in queste ore sta eseguendo l’intervento chirurgico per la riduzione della frattura con placche e viti. Seguirà bollettino medico al termine dell’intervento.

Il Patron Massimo Pulcinelli e l’Ascoli Calcio sono vicini a Matteo e, nell’augurargli una pronta guarigione, lo aspettano al più presto in campo”.

read more
AtalantaSerie AUltim'Ora

Atalanta, Gasperini squalificato per bestemmia

gaspe

Gian Piero Gasperini, tecnico dell’Atalanta, è stato punito per un turno dal Giudice Sportivo. Questo il testo che si legge nel comunicato diffuso dalla Lega Serie A“Il Giudice Sportivo, ricevuta dal Procuratore federale rituale segnalazione ex art. 35, n. 1.3 (a mezzo e-mail pervenuta alle ore 12.26 odierne) in merito alla condotta del tecnico Giampiero Gasperini (Soc. Atalanta) consistente nell’aver pronunciato espressione blasfema al 9° del secondo tempo; acquisite ed esaminate le relative immagini televisive, di piena garanzia tecnica e documentale; 45/138 considerato che il Sig. Giampiero Gasperini, allenatore dell’Atalanta, dopo la segnatura di un gol da parte della squadra avversaria, rivolgendosi in maniera concitata verso i componenti della propria panchina, veniva, tuttavia, chiaramente inquadrato dalle riprese televisive mentre proferiva espressione blasfema, individuabile dal labiale senza margini di ragionevole dubbio, e che, pertanto, tale comportamento deve essere comunque sanzionato ai sensi dell’art. 19, comma 3bis, lett. a), e della richiamata normativa sulla prova televisiva;
delibera di sanzionare l’allenatore Gasperini (Soc. Atalanta) con la
squalifica per una giornata effettiva di gara”.

read more
Ultim'Ora

Sampdoria, Walter Sabatini ricoverato in ospedale

walter

Il direttore umbro in passato era già stato ricoverato per numerose crisi respiratorie

Walter Sabatini, ex direttore sportivo di Lazio, Roma e Inter, da poche ore è ricoverato all’Ospedale Sant’Eugenio di Roma. Il dirigente umbro, ora sotto contratto con la Sampdoria, accanito fumatore, già in passato era stato trasportato d’urgenza per varie crisi respiratorie. La prognosi rimane ancora riservata.

read more
GenoaUltim'Ora

Genoa: francobollo commemorativo per i 125 anni

197356-420×236

In occasione del 125° anniversario della nascita del Genoa Cfc, il Ministero dello Sviluppo Economico e Poste Italiane rendono omaggio al club genovese più antico d’Italia con l’emissione di un francobollo speciale. Un’iniziativa avvalorata dall’annullo filatelico. Tutti gli appassionati potranno richiderlo venerdì 7 settembre dalle ore 10, al Genoa Museum and Store in via al Porto Antico 4.

Nella storia della filatelia, è la prima volta in cui Istituto Poligrafico della Zecca e Poste Italiane producono un francobollo con relativo annullo filatelico, per rimarcare una ricorrenza storica di un club calcistico. Un altro record da aggiungere nella collezione del Grifone.

Da venerdì, sarà possibile acquistare il francobollo abbinato a una cartolina, al prezzo di 4 euro. Poste Italiane, inoltre, offrirà attraverso i propri uffici e canali altri prodotti.

Sul francobollo è riprodotta l’immagine della Coppa d’Onore o Challenge Cup, il primo trofeo assegnato nella storia del calcio italiano. Un unicum prestigioso, ritrovato recentemente a Miami ( Stati Uniti) dalla Fondazione Genoa 1893 ( ente culturale designato alla custodia e valorizzazione delle tradizioni) e restituito ai genoani e a tutti gli appassionati di calcio che rendono visita al Museo della Storia del Genoa.

 

Fonte: Genoa Cfc

 

read more
GenoaUltim'Ora

Genoa: 125 anni e celebrazioni posticipate

39144035_2313658278645079_3400840244109508608_o

Domani, venerdì 7 settembre, il Genoa Cricket and Football Club compirà 125 anni. I primi giocatori di calcio nella nostra penisola. Una squadra, un popolo, una storia.

Ma la tragedia del crollo di Ponte Morandi ha segnato sia i tifosi che la città intera. E’ in segno di rispetto per le vittime e i famigliari che la società ha deciso di posticipare tutti gli eventi previsti nel mese di settembre per il compleanno del Grifone. Il Genoa ringrazia tutti i tifosi e non per la condivisione di questa scelta. Si precisa inoltre che avranno seguito solo le iniziative allestite prima del 14 agosto insieme ad alcuni partener. Eventi questi, che non accompagnati da festeggiamenti ed enfasi celebrativa.

Da qualche giorno si è attivato un tam tam sui social tra i tifosi rossoblu: si sono dati appuntamenti questa sera alle 21:30 davanti al Museo del Genoa. Tutti insieme poi, con striscioni e bandiere, raggiungeranno il centro città e allo scoccare della mezzanotte ricorderanno la nascita del club più antico d’Italia. Il tutto avverrà in modo sobrio, per rispettare il dolore che ha colpito Genova.

read more
AtalantaNewsPrimo PianoSerie AUltim'Ora

EL, Gasperini:” Su 30 episodi non ne abbiano realizzato uno. Campionato? Datemi voi gli obiettivi…”

gasperini-atalanta-agosto-2018

Il tecnico dell’Atalanta Gian Piero Gasperini è intervenuto in conferenza stampa dopo la sconfitta ai rigori contro il Copenaghen nel playoff di Europa League: “Le partite a eliminazione diretta sono così, diverse da quelle di campionato dove puoi sempre rimediare. In queste gare conta la freddezza, la lucidità, la determinazione nel segnare. Noi non siamo riusciti, su 30 episodi, a realizzarne uno.

Difficile rialzarsi? Non credo, questa è una squadra che reagisce con ragazzi positivi. E’ normale essere delusi a fine partita, io li ho sempre visti con la voglia di arrivare in Europa per i tifosi e per loro stessi. Non è stato facile giocare sei partite da luglio ad agosto con così tanto caldo e i trasferimenti a Reggio Emilia, poi è iniziato il campionato. I ragazzi sono encomiabili e non si devono rimproverare nulla. Ora c’è la delusione, da domani penseremo a preparare il campionato senza alcun rimpianto.

Credo che questa squadra abbia creato tanto, tutto quello che era nelle sue possibilità. In due partite ha creato molto e saputo difendersi nei pochi momenti di superiorità del Copenaghen. Non era facile, loro stavano meglio, ma noi abbiamo fatto quello che dovevamo, ma non abbiamo segnat. Questa può essere l’unica colpa.

Momento peggiore della mia gestione? Forse non ricordate le prime cinque partite, dopo la vittoria contro il Crotone sembrava un disastro, una tragedia. Non esageriamo, credo che l’Atalanta abbia fatto bei salti negli ultimi anni. Il mio rammarico più grande è per i giocatori e la gente, so cosa rappresenta andare in Europa.

Concentrarci sul campionato? Non entro nel merito, perché è una battaglia continua. Dite sempre che questa è la rosa più forte nella storia dell’Atalanta, c’è una diatriba fantastica. Però si gioca in undici, sicuramente 26 non si possono schierare e faccio anche fatica ad allenarli. In campionato ci sono squadre molto forti, noi credo che abbiamo una buona squadra per giocarci le nostre possibilità al meglio. Cosa volete che dica? Che giochiamo per la Champions? Datemi voi gli obiettivi, io dico che giocheremo al meglio ogni partita. Se poi la rosa è così forte vorrà dire rimpiangere il fatto che giochi uno e non l’altro, diventare un problema, un modo perfetto per spaccare il gruppo. Non sono abituato ad allenare 26 giocatori, ma li alleno tutti. Obiettivo? Non lo so, daremo il massimo. C’è sempre questo carico sul campionato: voi mettete gli obiettivi, noi cerchiamo di raggiungerli. Se volete il quarto posto ci impegneremo per quello. Questo è il modo di presentare il campionato a Bergamo, lo sapevo. Giocheremo al massimo ogni partita e poi direte perché gioca Berisha o perché gioca Gollini. Oppure sul modulo, sulle tre punte. Questo è quello che succederà. Io cercherò di dare il massimo, ma nel rimpallino io non c’entro ed è già partito da un bel po’. Io rispetto i pensieri di tutti, vi sto dicendo la mia. Giocherò con 11/14 giocatori, per regolamento non ne posso mettere di più. Gli allenamenti 14 contro 14 non li posso fare. Cercherò di abituarmi nel migliore dei modi, ma questo giochino, perché ha giocato uno e non l’altro, durerà per tutto l’anno“.

read more
1 2 3 20
Page 1 of 20