close
Champions League

Champions League: verdetti e possibilità di sorteggio per le italiane

Arrivederci a febbraio! La Champions League per quanto riguarda il 2018 chiude i battenti e lo fa come sempre con gol, sorprese clamorose e tanto spettacolo.

Settimana nera per le italiane

0 vittorie su 4 partite. È questo purtroppo il bilancio disastroso per le italiane in questo sesto ed ultimo turno di Champions League.

Partiamo dal Napoli, con i partenopei che ad Anfield in casa del Liverpool, per passare avevano la possibilità anche di pareggiare. Partenza poco coraggiosa degli azzurri che subiscono fin da subito l’estenuante pressing della squadra di Klopp. Il Liverpool sta fisicamente bene e spinto dal solito commovente tifo della Kop, passa in vantaggio nel corso del primo tempo; palla a Salah, dribbling secco su Koulibaly ed a pochi metri dalla porta segna il gol del vantaggio Reds. Il Napoli a questo punto ci prova, gioca anche un buon secondo tempo, ma la difesa inglese orfana dell’infortunato Gomez, ma con un Van Dijk come sempre dominatore d’area, regge e trasforma il gol del vantaggio dell’egiziano ex Roma nel gol vittoria. Finisce così, con un 1-0 che lascia l’amaro in bocca ad un Napoli che (a detta di Ancelotti) “senza rimpianti”, “retrocede” in Europa League.

Da dimenticare anche la notte dell’Inter. I nerazzurri per accedere agli ottavi avrebbero dovuto fare meglio del Tottenham impegnato a Barcellona, eppure, in casa con il Psv, la squadra italiana non riesce ad andare oltre l’1-1. Gli olandesi infatti dimostrano tutto ciò che avevano già mostrato in questo girone, ovvero voglia, corsa ed anche quella qualità evidenziata dai numerosi giocatori di talento presenti in rosa. La squadra di Van Bommel gioca meglio ed al termine dei primi 45 minuti il Psv è in vantaggio grazie alla rete di Lozano. L’Inter a questo punto è appesa ad un filo e si riversa in attacco trovando il pareggio a 15′ dalla fine con il solito Mauro Icardi. Ora occhio alla gara del Camp Nou. Sembra fatta, il Barcellona è avanti 1-0 con un gran gol di Dembelè, ma poco dopo la rete di Icardi, ecco la doccia fredda per la squadra di Spalletti: gol di Lucas Moura (subentrato a Son) ed 1-1. Inter in Europa League e Spurs agli ottavi. Non possono non esserci rimpianti dopo un deludente pareggio nella gara decisiva, giocata a San Siro, contro una squadra forte ma comunque inferiore.

Sconfitte indolori per Juventus e Roma. I bianconeri (già qualificati), con lo Young Boys avrebbero dovuto fare meglio del Man United per assicurarsi il primato. Partita iniziata bene per la squadra di Allegri, che però fallisce un paio di occasioni con Ronaldo e Douglas Costa. Al 30′ quindi sono gli svizzeri a passare in vantaggio, con un calcio di rigore intuito ma non parato da Szczesny e trasformato da Hoarau (fallo di Alex Sandro). La Juve ci prova, ma non sembra serata e su una ripartenza fulminea, lo Young Boys si porta sul 2-0 grazie alla doppietta di Hoarau. Nel finale entra Dybala e cambia la Juve, segnando un gran gol dopo una bell’azione con Costa e Ronaldo, ma non riuscendo comunque a pareggiare la gara. Finisce 2-1 per la squadra di Berna, anche a causa di un palo colpito da Ronaldo ed un super gol ancora di Dybala, ma annullato per fuorigioco millimetrico dello stesso Ronaldo che si trovava per caso sulla taiettoria. Al termine della serata però a sorridere è la Juve, visto il 2-1 maturato anche al Mestalla di Valencia, fra i padroni di casa ed il Man United di Mourinho. Juve dunque da rivedere, ma prima nel girone, Red Devils secondi a meno 2 punti.

E 2-1 è anche il risultato finale di Plzen, fra la squadra della Repubblica Ceca e la Roma. I giallorossi, anch’essi già matematicamente agli ottavi, giocano una partita senza troppe emozioni e sussulti e nel freddo di Plzen vanno sotto al 62′ con il gol di Kovarik, su cross dalla destra di Kopic. A questo punto la Roma cerca di occupare maggiormente l’area avversaria ed al 68′ trova il pareggio con la conclusione precisa di Under, che deposita in rete una palla dalla destra di Santon. Neanche il tempo di esultare e il Viktoria è ancora in vantaggio, con la rete di Chory che ribadisce in porta una respinta corta di Mirante. Roma dunque nuovamente sconfitta (rosso nel finale al subentrato Luca Pellegrini) ed anche se mancava qualche titolare (Dzeko ancora assente), la squadra di Di Francesco deve sicuramente risollevarsi il prima possibile, cercando soprattutto di evitare le parecchie amnesie difensive che ogni partita si palesano in campo. Giallorossi comunque agli ottavi da secondi, dietro ad un Real Madrid che dopo aver perso all’andata a Mosca, perde anche al ritorno contro il CSKA, al Santiago Bernabeu, con addirittura un rotondo 0-3 (Chalov, Schennikov e Sigurđsson), dei terribili ragazzini russi che comunque rivedremo in Europa League.

Possibilità di sorteggio ottavi di finale

A gironi terminati quindi, si attendono ora solo i sorteggi degli ottavi di finale, lunedì 17, ore 12:00, in quel di Nyon (Svizzera). La Juventus, avendo vinto il girone è inserita in prima fascia, mentre la Roma in seconda. Impossibile per ora il derby fra le due.

Ecco le possibilità per le due compagini italiane:

Juventus: Ajax, Schalke 04, Liverpool, Tottenham, Lione ed Atletico Madrid

Roma: Bayern Monaco, Porto, Psg, Barcellona, Man City e Borussia Dortmund

Incrociamo le dita!!

 

 

Tags : champions LeagueItaliane in ChampionsSorteggi OttaviVerdetti Champions
Andrea Marchesini

The author Andrea Marchesini

Leave a Response