close

La conferenza stampa di Gattuso, in vista del match di domenica 23 settembre contro l’Atalanta, è fissata per le ore 14:30. Il tecnico del Milan parlerà dunque ai media del prossimo impegno di campionato (qui le probabili formazioni della 5° giornata di Serie A). Ricordiamo che il match si giocherà a San Siro  domenica sera ore 18. Ma non dilunghiamoci troppo ed andiamo a seguire la conferenza stampa Gattuso oggi.

Conferenza stampa Gattuso oggi

Quali saranno le scelte del tecnico rossonero in vista della gara contro l’Atalanta? Andiamo a scoprire le parole in conferenza stampa di Gattuso:

Su Laxalt:
“Sono contento di come sta giocando: ha grande velocità e riesce a ribaltare l’azione. Metterlo in partite facili? Cosa significa? Non esistono gare facili. Può giocare tutte le gare o stare fuori tutte le gare”.

Su Reina:
“Ha fatto molto bene in coppa, ma sono molto contento anche di Donnarumma. Abbiamo due grandi portieri”.

Su Musacchio:
“Sta bene. Ha fatto due giorni di riposo, ma ora è a disposizione per la partita di domani”.

Su Bertolacci:
“Ha fatto un po’ di fatica contro il Dudelange, ma sono molto contento per come si è inserito nella squadra”.

Su Biglia:
“Tatticamente è sempre posizionato bene. E’ vero che potrebbe verticalizzare di più, ma ci dà un grande equilibrio. Calhanoglu davanti alla difesa? Può farlo per qualità tecniche, ma tatticamente avrebbe delle difficoltà”.

Più determinante Cristiano Ronaldo o il Pipita?
“Io alleno Higuain, che per me è il più forte al mondo, è uno che riesce a fare gol e dobbiamo sfruttarlo al massimo. È un campione e giustamente si deve mettere a disposizione della squadra come sta facendo. Dobbiamo metterlo in condizioni di segnare”.

Sui cambi di modulo:
“Possiamo adottare diversi sistemi di gioco, ma bisogna lavorarci per bene. Non bastano due-tre sedute per farlo ma abbiamo giocatori con caratteristiche che permettono un cambio di sistema di gioco”.

Su Montolivo:
“E’ da una settimana che si allena con noi e ha finito un blocco di preparazione. Sono stato chiaro fin dal primo momento: sto facendo delle scelte e non devo dare nessuna spiegazione”.

Sull’assenza di una terza punta:
“Abbiamo fatto delle scelte, avevamo dei parametri della Uefa. Abbiamo dato priorità ai centrocampisti. Ultimamente lo sto facendo giocare esterno, ma Borini può fare anche l’attaccante”.

Sulla fase difensiva:
“A noi piace giocare a palla coperta, perchè se non ce la facciamo andiamo in difficoltà”.

Su Cutrone:
“Vedremo oggi pomeriggio se sarà a disposizione. Patrick vuole sempre provare a esserci, ma dobbiamo anche rispettare dei tempi. Non mi piace vedere i giocatori che provano e riprovano giorno dopo giorno, poi entra in campo e dopo 10 minuti esce perchè sente ancora problemi. Non è una cosa gravissima, ma ci sono dei tempi a rispettare”.

Suso:
“Segna poco? Mi aspetto che tiri in porta perchè ha un tiro importante, ma da lui mi aspetto qualche inserimento in più e non solo chiedere la palla sul piede. In ogni caso già in queste prime partite si sta vedendo qualcosa di diverso da parte sua a livello di movimenti”.

Su Bakayoko:
“Ha effettuato una buona prestazione contro il Dudelange, anche se mi aspetto qualcosa di più a livello di inserimento. In ogni caso a livello tattico mi è piaciuto molto e sono soddisfatto della sua prestazione”.

Sul turnover:
“Il fatto di aver cambiato tanto contro il Dudelange è perchè mi fido di questi giocatori. Quest’anno abbiamo una rosa importante: Bakayoko, Borini, Castillejo e gli altri possono sempre dal primo minuto, ma tutti meriterebbero di giocare”.

Sempre sull’Atalanta:
“Non mi fido dell’Atalanta e non mi fido di Gasperini perchè riesce sempre a far rendere i suoi giocatori al meglio. Hanno i loro pregi e i loro difetti, ma noi dobbiamo essere bravi a giocare bene tecnicamente”.

Sul Milan femminile:
“Un grosso in bocca al lupo alle ragazze per questa nuova avventura. E’ un piacere confrontarmi con Carolina Morace, che sento spesso”.

Sull’Atalanta:
“Non è un caso che noi non vinciamo da quattro anni con l’Atalanta: è una squadra rognosa con caratteristiche precise, quindi bisogna disputare una grandissima gara. Hanno perso due partite di fila in campionato e quindi avranno voglia di riscattarsi”.

Sul momento della squadra:
“Prima della partita contro il Dudelange ero preoccupato perchè sapevo che la gara contro di loro poteva crearci delle difficoltà. Quando si cambiano tanti giocatori nella formazione non è facile fare bene, ma la cosa importante era ottenere la vittoria”.

Termina qui la conferenza stampa di Gattuso.

 

Tags : conferenza Gattuso oggiconferenza stampa GattusoMilan
Giacomo Gagliano

The author Giacomo Gagliano

Leave a Response